rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Via Milano

Modena celebra San Matteo, patrono delle Fiamme Gialle

Cerimonia presieduta dall'Arcivescovo in Santa Teresa, alla cui comunità è stato fatto dono delle offerte raccolte dai finanzieri di tutta la provincia

Questa mattina alle ore 10,00, presso la parrocchia di Santa Teresa di Gesù Bambino, è stata celebrata la Santa Messa in occasione della ricorrenza del santo patrono della Guardia di Finanza. Ogni anno, infatti, le Fiamme Gialle celbrano la ricorrenza di San Matteo, protettore del Corpo. La funzione religiosa è stata presieduta da Mons. Erio castellucci, insieme al parroco don Boguslaw Kulesza.

Alla celebrazione, cui hanno partecipato i finanzieri in servizio e in pensione appartenenti alle sedi dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia di Modena, Carpi e Mirandola, unitamente ai propri familiari, ha presenziato il comandante provinciale della GdF di Modena, il colonnello Pasquale russo.

In occasione della celebrazione il comandante provinciale ha consegnato alla parrocchia ospite le offerte raccolte da tutti i componenti della Guardia di Finanza della provincia, perché fossero destinate ai bisogni della comunità, quale concreto gesto di vicinanza delle Fiamme Gialle modenesi.

A margine della celebrazione il colonnello Russo ha voluto ringraziare il vescovo per aver partecipato, consegnandogli, quale oggetto ricordo, un “crest” della Guardia di Finanza ed ha voluto dedicare un momento di riflessione e ricordo per tutti gli appartenenti al corpo periti/feriti in servizio durante lo svolgimento del proprio dovere al servizio dello stato.

San Matteo apostolo ed evangelista, la cui festa liturgica cade il 21 settembre, è stato proclamato patrono della guardia di finanza da Papa Pio xXII nel 1934, affinchè tutti gli appartenenti al corpo potessero, sul suo esempio, "unire l’esercizio fedele del dovere verso lo stato con la fedele sequela di Cristo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena celebra San Matteo, patrono delle Fiamme Gialle

ModenaToday è in caricamento