Stuffione di Ravarino: nuova sede per il centro bambini disabili "La Lucciola"

Inaugurate domenica mattina tre casette che permetteranno ai bambini di lasciare le tende in cui si sono svolte le attività terapeutiche e didattiche: "Senza questo intervento, vano il lavoro di 15 anni"

Giovani del centro per bimbi disabili "La Lucciola"

Nella bassa modenese, dopo il  terremoto, non ci sono solo le abitazioni da rimettere in sicurezza e l'economia da fare ripartire. Bisogna anche ricucire quel tessuto sociale fatte di piccole e grandi realtà del volontariato punto di riferimento per il territorio. È il caso del Centro di terapia integrata per bambini disabili La Lucciola di Stuffione di Ravarino: ieri mattina, alle ore 11, è stato ufficialmente tagliato il nastro alla nuova sede. A quattro mesi dal sisma sono state inaugurate tre casette, costruite a tempo di record dalla Fondazione Francesca Rava-Nph Italia Onlus. Le strutture permetteranno ai bambini di lasciare le tende in cui si sono svolte le attività terapeutiche e didattiche. "Senza questo intervento, il lavoro di 15 anni e la terapia di 30 bambini sarebbe stata compromessa", ha commentato la vicepresidente della fondazione Rava, Maria Chiara Roti. Alla realizzazione delle tre casette hanno contribuito la Marina Militare e la Federazione Italiana Pallacanestro, Alpitour World e la compagnia aerea Neos, l'Andrea Bocelli Foundation, Sparco e la Scuderia Vodafone McLaren Mercedes.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

  • Spaccio e clandestini, chiuso per dieci giorni il bar Nuovo Fiore

  • Regionali. Bonaccini esulta, domani sera festa in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento