Scoperta una sala scommessa aperta nonostante il decreto, interviene la Polizia

Gli agenti hanno chiuso il locale e sgomberato i cinque clienti, che potrebbero essere denunciati. Sanzionato il titolare

La Polizia di Stato sta effettuando in queste ore i primi controlli mirati sull’osservanza delle misure per il contenimento della diffusione del virus COVID-19, come previsto dal Decreto firmato ieri e dalle direttive inviate dal Viminale ai Prefetti.

Poco fa, la Squadra Ammnistrativa della Questura di Modena ha sottoposto a chiusura una sala scommesse situata nella prima periferia cittadina, che era aperta contravvenendo al divieto che impone la chiusura di bingo, sale scommesse, ale giochi e altri locali analoghi.

Al titolare della licenza è stata comminata la sanzione come previsto dal Decreto (articolo 650 del codice penale), mentre la situazione dei cinque clienti è al momento al vaglio della Questura.

"Massima attenzione sarà prestata dalla Polizia di Stato sull’intero territorio della Provincia per prevenire comportamenti che possano rivelarsi non in linea con le precauzioni e le altre cautele contemplate dal succitato Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri", fa sapere la Questura in una nota.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

Torna su
ModenaToday è in caricamento