Minorenni seduti davanti alle slot invece che a scuola, chiusa la sala scommesse

Intervento dei Carabinieri, su ordine del Questore, per mettere i sigilli ai locali di via Peruzzi gestiti da un cittadino cinese. Controlli e sanzioni in altri locali di Carpi

Nei giorni scorsi i controlli dei Carabinieri di Carpi hanno interessato diversi esercizi commerciali gestiti da cittadini cinesi: ristoranti, empori, pescherie e sale slot. Tra le irregolarità più evidenti rilevate dai militari vi è sicuramente quella di una sala giochi situata in via Peruzzi: durante la perquisizione mattutina sono stati trovati intenti a giocare due ragazzi di 16 anni, studenti che avevano deciso di marinare la scuola per dedicarsi alle "macchinette".

La presenza di minorenni - che mai e poi mai avrebbero dovuto essere ammessi al gioco d'azzardo - ha fatto scattare la denuncia per il titolare e una multa salata di 10mila euro. In più, su segnalazione dell'Arma, il Questore di Modena ha emesso un provvedimento di sospensione della licenza, che costringerà la sala slot a restare chiusa per i prossimi 20 giorni.

Anche altri esercizi pubblici sono stati sanzionati per la presenza di merce non conforme alle norme sulla tutela dei consumatori, come ad esempio giocattoli privi di corretta etichettatura. Anche l'Ausl è stata chiamata ad intervenire presso la pescheria, per le cattive condizioni igienico-sanitarie in cui erano conservati alcuni prodotti freschi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento