rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca Novi di Modena

Novi di Modena, lavoro nero: chiuso laboratorio tessile di cinesi

Comminata dai Carabinieri di Carpi una maxi sanzione di circa 20milaeuro nonché l‘immediata sospensione dell’attività fino al pagamento della multa e la regolarizzazione dei lavoratori

I Carabinieri della Compagnia di Carpi proseguono le attività di contrasto alle assunzioni irregolari nella Bassa e nelle Terre d’Argine, tanto che ieri sera è stata sospesa un’altra attività per l’impiego di manodopera non regolarmente assunta per oltre il 20% dei lavoratori.

Nel mirino dei militari, coadiuvati nei blitz dai Colleghi dell’Ispettorato del lavoro di Modena, un laboratorio tessile di Novi di Modena, dove i Carabinieri hanno sorpreso al lavoro ben 8 operai in nero su 9. I dipendenti del laboratorio sono risultati di nazionalità cinese, così come la proprietaria, una donna di 34 anni, tutti in regola con i documenti di soggiorno e residenti nei vari comuni della Bassa. Il laboratorio è situato in un edificio in cui il piano terra è adibito ad opificio mentre al primo e secondo piano ci sono due appartamenti ove è stato identificato un altro cinese mentre riposava. La normativa violata dispone l’elevazione di sanzioni amministrative del valore complessivo di circa 20milaeuro nonché l‘immediata sospensione dell’attività fino al pagamento della multa e la regolarizzazione dei lavoratori. Proprio la settimana scorsa i Carabinieri della Stazione di Mirandola, insieme a quelli dell’Ispettorato del Lavoro hanno chiuso un ristorante ove erano stati impiegati 9 lavoratori irregolari su 16, tra cui anche alcuni clandestini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novi di Modena, lavoro nero: chiuso laboratorio tessile di cinesi

ModenaToday è in caricamento