Spaccio e clandestini, chiuso per dieci giorni il bar Nuovo Fiore

Gli arresti di sabato scorso sono stati la punta dell'iceberg di una situazione ai margini della legalità che i poòiziotti hanno monitorato per nove mesi

Questa mattina la Squadra Amministrativa della Questura di Modena ha notificato il provvedimento del Questore al titolare della licenza del bar “Nuovo Fiore” di Largo Aldo Moro. L’atto, con il quale è stata disposta la sospensione delle licenze e la chiusura del negozio per 10 giorni, è il frutto di un’attività di verifica e controllo effettuata dalla Polizia di Stato negli ultimi nove mesi.

Durante questo periodo in più occasioni sono stati identificati all’interno del locale avventori "pericolosi per la sicurezza pubblica" in quanto gravati da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, contro la persona e in materia di stupefacenti. Il 18 gennaio scorso, in più, la Squadra Volante ha proceduto all’arresto di due cittadini tunisini, seduti ad un tavolo, trovati in possesso di diverse dosi di hashish pronte per lo spaccio.

Dopo ulteriori controlli effettuati il 23 e il 24 gennaio scorsi sono stati identificati altri due soggetti gravati da precedenti di Polizia e due cittadini albanesi clandestini.

Non è la prima volta che il locale di largo Moro finisce nel mirio delle forze dell'ordine. Già da molti anni, infatti, in quel preciso locale si sono verificati episodi di illegalità, complice la posizione particolare accanto alle scuole, all'autostazione e a pochi passi dal centro storico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Rientrato il 29enne di Finale Emilia, ricerche sospese

Torna su
ModenaToday è in caricamento