rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Crocetta / Viale A. Gramsci, 231

Minimarket di viale Gramsci, il Comune dice basta. Attività chiusa

Il provvedimento di cessazione dell’attività è disposto dal Comune per evitare il protrarsi di una situazione pericolosa. La Polizia locale ne ha garantito l’attuazione

Deve cessare definitivamente l’attività l’esercizio commerciale di viale Gramsci 231/C a Modena. Il Suap, lo Sportello unico attività produttive del Comune di Modena ha disposto, infatti, un provvedimento di chiusura definitiva dell'esercizio di vicinato e la Polizia locale ha garantito che venisse rispettato già dal pomeriggio di  venerdì 12 maggio

La chiusura dell’esercizio di vicinato di viale Gramsci arriva dopo diversi provvedimenti di sospensione disposti dal Comune, l’ultimo, della durata di 20 giorni, risalente allo scorso settembre e altri disposti successivamente dalla Questura di Modena che, in particolare lo scorso mese di marzo, ha per ben due volte ordinato la sospensione della licenza d'esercizio, prima per sette e poi per trenta giorni, in base all’articolo 100 del testo unico di Pubblica sicurezza (Tulps), quindi per motivi di ordine pubblico e sicurezza.

La Questura rimarcava la costante frequentazione dell’esercizio da parte di persone pregiudicate o pericolose, nello specifico per reati contro la persona, il patrimonio e per lo spaccio di stupefacenti, che dietro alla facciata dell’attività di minimarket nel locale avrebbero trovato un rifugio stabile per il pianificare attività illecite. Non da ultimo il tentato omicidio avvenuto nel pomeriggio di Pasqua proprio davanti al locale.

La chiusura dell’esercizio non è quindi solo finalizzata a sanzionare la condotta del gestore per avere consentito la presenza nel proprio locale di persone potenzialmente pericolose, ma anche quella di impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale al fine di tutelare l'ordine e la sicurezza dei cittadini.

Il provvedimento di chiusura definitiva è stato notificato al titolare dell’esercizio che potrà comunque presentare ricorso. Gli operatori della Polizia locale di Modena già nel pomeriggio di venerdì 12 maggio si sono recati sul posto per assicurare l’esecuzione del provvedimento e nei prossimi giorni ne verificherà il rispetto.

Soddisfazione per Antonio Carpentieri, già presidente della Circoscrizione 2 e ora capogruppo Pd in consiglio comunale: "Questa attività, come le altre e il territorio in generale è sempre stata sotto il controllo stretto delle forze dell'ordine, che ringrazio per il lavoro svolto di concerto con la Polizia Locale. Siamo quindi molto soddisfatti che il Sindaco abbia chiesto al Comune il provvedimento di cessazione attività, provvedimento poi effettivamente disposto dal Comune. Il tutto si inserisce in un percorso di legalità e di contrasto al degrado che in questi anni, al contrario di ciò che asserisce qualcuno, abbiamo sempre promosso e percorso, in una zona, quella di viale Gramsci, che senza ombra di dubbio ha alcuni problemi che nessuno di noi ha mai negato, ma anche enormi potenzialità e virtuosi esempi di integrazione - prosegue Carpentieri - Proprio in questo senso auspichiamo che al civico 231 possa trovare spazio al più presto una nuova attività commerciale che vada nel senso della legalità, dell'inclusione e del servizio per un quartiere che sta subendo grandi e positive trasformazioni negli ultimi mesi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minimarket di viale Gramsci, il Comune dice basta. Attività chiusa

ModenaToday è in caricamento