rotate-mobile
Cronaca Sacca / Viale Alessandro Lamarmora

Cie Modena, in arrivo solo "mezzo" stipendio di novembre

L'annuncio di Marco Bonaccini (Cgil): “La Prefettura di Modena ha messo mano a propri fondi interni. Non possiamo che ringraziare, i soldi da Roma però non li abbiamo ancora visti”

Non basta la “mezza mensilità” del mese di novembre in arrivo a superare il buco di stipendi arretrati che i lavoratori del Cie di Modena stanno vivendo causa inadempienze del Consorzio “Oasi”. “La Prefettura di Modena ha messo mano a propri fondi interni. Non possiamo che ringraziare, i soldi da Roma però non li abbiamo ancora visti”. Sono le parole Marco Bonaccini (Cgil) che, infatti, conferma i quattro giorni di sciopero proclamati per il blocco degli stipendi il 28 febbraio e poi 1, 13 e 14 marzo. Bonaccini attacca il Ministero degli Interni Annamaria Cancellieri: L’Oasi ha creato un buco di bilancio di 30 mila euro al mese. I 28 euro giornalieri a migrante che il consorzio percepisce come rimborso non bastano nemmeno a coprire il costo del lavoro”. Dunque abbandonare l’Oasi e creare un appalto più sicuro. Con “mezza mensilità” le cose non possono migliorare e restare come prima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cie Modena, in arrivo solo "mezzo" stipendio di novembre

ModenaToday è in caricamento