rotate-mobile
Cronaca Sacca / Viale Alessandro Lamarmora

Immigrazione Modena, Cie: sul lastrico le famiglie dei lavoratori

Arrivato 40% dello stipendio di novembre, ma mancano all'appello quattro mensilità arretrate che mettono le famiglie sul lastrico. Consorzio L'Oasi e Prefettura modenese in stallo. Sciopero giovedì 28 febbraio e venerdi primo marzo

Ormai sono 4 mesi senza stipendio per i lavoratori del Cie di Modena. Le “belle” parole di rassicurazione da parte della Prefettura sono rimaste tali e nulla più. Famiglie in gravi difficoltà, condizioni di vita drammatiche e nessuno fa nulla. I lavoratori del Centro Identificazione ed Espulsione (Cie) di Modena saranno in sciopero per l’intera giornata giovedì 28 febbraio e venerdì 1° marzo. E poi altre due giornate, il 13 e 14 marzo 2013. Ben 4 mensilità arretrate: parte di novembre (il 40% del totale è arrivato dalle casse della Prefettura nei giorni scorsi), tutto dicembre e gennaio e la tredicesima mensilità 2012. E l’Oasi, il Consorzio che ha l’appalto del Cie, non muove un dito. Dunque “giovedì mattina, alle 9.30, una delegazione composta da sindacalisti e rappresentanti dei lavoratori sarà ricevuta dall'Amministrazione comunale di Modena per discutere della vertenza in atto, delle tensioni crescenti all'interno del CIE e del profondo disagio economico in cui versano i lavoratori”. I sindacati già parlano di “rimedi legali” come unica soluzione.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrazione Modena, Cie: sul lastrico le famiglie dei lavoratori

ModenaToday è in caricamento