rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca Novi di Modena

Novi, terremotato coltiva marijuana nel giardino del modulo abitativo

Arrestato un 48enne di Novi di Modena, che aveva trasformato il giardino del proprio Map in una coltivazione di canapa indiana, con ben 12 piante. Accompagnato in carcere dai Carabinieri

Sarà stato per sopperire alla crisi e alle difficoltà imposte dal terremoto, fatto sta che un cittadino di Novi di Modena è finito in carcere per coltivazione di cannabis. Una scoperta abbastanza comune, stando alla cronaca locale, non fosse che questa volta è stata fatta nel giardino di un modulo abitativo provvisorio (Map).

I Carabinieri della Stazione di Novi di Modena si sono imbattuti nelle piante incriminate durante un servizio di perlustrazione a piedi tra i moduli abitativi occupati dai terremotati: soffermandosi a verificare la situazione e le condizioni dei Map e dei residenti, hanno notato sporgere dal giardino alcune piante chiaramente distinguibili. 

Dopo aver atteso l’arrivo del proprietario, che in quel momento era fuori casa, hanno controllato più accuratamente il giardino annesso alla sua abitazione provvisoria  e hanno scoperto ben 12 piante della sostanza stupefacente. Di queste, due erano alte 1.70 circa e le altre 10 avevano un’altezza variabile tra i 50 cm e il metro. 

Tanto è bastato ai militari per far scattare l'arresto per coltivazione di stupefacenti ai danni del residente, un italiano di 48 anni, che è poi stato accompagnato al carcere di Sant’Anna. Sono in corso accertamenti per verificare se le piante fossero destinate alla vendita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novi, terremotato coltiva marijuana nel giardino del modulo abitativo

ModenaToday è in caricamento