rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Carlo Alberto dalla Chiesa / Strada delle Morane, 500

Cercano di calarsi dal tetto de La Rotonda, sgominata banda di ladri

Un “commando” di sei persone è stato fermato mentre stava per calarsi all'interno del centro commerciale di via Morane. Arrestati dalla Polizia due componenti della banda e sequestrato materiale professionale da rocciatore

Sei persone, vestite di scuro con sciapre e passamontagna, sul tetto del centro commerciale. Questa la segnalazione che nel cuore della notte tra martedì e mercoledì scorsi ha raggiunto la centrale operativa della Polizia di Stato. A lanciare l'allarme l'addetto alla vigilanza privata del supermercato La Rotonda di via Morane, che si è accorto per tempo delle strane presenze in cima all'edificio. Le volanti sono quindi partite alla volta del centro commerciale, accerchiandolo in breve tempo.

I malviventi si sono accorti della presenza degli agenti e sono rapidamente scesi dal tetto, sparpagliandosi e dandosi alla fuga. I poliziotti sono riusciti a individuarne due in particolare, che si sono gettati con un balzo su via Carlo Alberto Dalla Chiesa e sono stati braccati: dopo un rocambolesco inseguimento per le vie circostanti e una colluttazione, i due sono stati fermati. Nessuna traccia, per ora, degli altri quattro compenenti della banda.

Anche gli agenti sono saliti ripercorrendo le orme dei ladri su una scala e sui vari terrazzamenti di cui è composto l'edificio. Giunti in cima, il piano dei malviventi è risultato evidente. Con l'aiuto di un tombino di ghisa avevano rotto due lucernari ed erano pronti a calarsi all'interno del centro commerciale con attrezzatura professionale da rocciatori, ancora ammassata sul bordo della calata. I due punti strategici scelti erano quelli in corrispondenza di Stroili Oro, nella galleria, e del reparto hi-tech del supermercato Conad.

I due fermati – e tratti in arresto – sono due giovani rumeni di 26 e 19 anni. Il 26enne era giaà noto per alcuni precedenti, mentre il più giovane era incensurato. Per il primo l'accusa è anche di rapina impropria, dovuta alla coluttazione con l'agente rimasto anche lievemente ferito, mentre per il secondo è di tentato furto aggravato. Addosso avevano anche le chiavi di un appartamento, perquisito in seguito dalla Polizia stessa, che ha rinvenuto altre materiale come corde, rampini, moschettoni e carrucole.

Lo scenario dimostra come si tratti di una banda specializzata, con notevoli doti atletiche e conoscenza della strumentazione da arrampicata. Colpi del genere si sono già registrati neigli anni scorsi, sempre ai danni di centri commerciali, ma questo gruppo criminale potrebbe essere al proprio “battesimo del fuoco”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cercano di calarsi dal tetto de La Rotonda, sgominata banda di ladri

ModenaToday è in caricamento