rotate-mobile
Cronaca Finale Emilia

Mafia Aemilia, ispezione amministrativa nel Comune di Finale Emilia

Gli uomini della Prefettura si stabiliscono negli uffici amministrativi del comune della Bassa per esaminare i rendiconti degli appalti per la ricostruzione, su cui si allungano le ombre delle infiltrazioni 'ndranghetiste. Il sindaco Ferioli: “Massima collaborazione”

Oggi si è insediata presso il Comune di Finale Emilia la Commissione Prefettizia per il controllo degli atti amministrativi dopo le note vicende legate all'inchiesta Aemilia sulle infiltrazioni mafiose e ai costanti e numerosissimi esposti delle nostra minoranza sulle presunte irregolarità perpetrate nel Comune di Finale Emilia.

Dopo aver scampato il rischio di commissariamento, l'Amministrazione finalese dovrà fare i conti con gli ispettori, che si concentreranno ovviamente sulla documentazione inerente gli appalti per la ricostruzione. Nell'inchiesta sugli affari della 'ndrangheta e delle ditte locali era infatti finito il Direttore del settore Lavori Pubblici del Comune di Finale Emilia, Giulio Gerrini. Su di lui l'accusa di abuso d'ufficio per le vicende note legate agli appalti della Bianchini Costruzioni.

L'arrivo dei commissari prefettizi è stato accolto con rigore istituzionale dal sindaco Fernando Ferioli, che tuttavia non ha nascosto una certa stizza verso la strumentalizzazione della vicenda. “Considerando che nessun amministratore né cittadino finalese, dopo 3 anni di indagine e di intercettazioni, è stato indagato e considerando le problematiche legate alla Ricostruzione, sarà un ulteriore rallentamento della macchina amministrativa e della Ricostruzione ma, come sempre affermato, daremo pieno sostegno e appoggio alla Commissione, augurandoci che il lavoro di questi professionisti delle Forze dell'Ordine possa mettere a breve la parola fine a tutte le illazioni, le dicerie, gli esposti, e le invenzioni ripetute centinaia e centinaia di volte in questi anni”.

“Ricordo solo a tutti che vi è stato un sisma su queste terre e che tutti noi - attacca poi Ferioli in una nota - lavorando sotto un albero o in mezzo ad un campo terremotato, abbiamo sempre operato per cercare di uscire dalle macerie e dal caos. Lo ricordo a chi userà questa notizia come ennesimo atto di attacco politico, infangando il buon lavoro fatto dai più. Attendiamo fiduciosi la fine del lavori della Commissione Amministrativa della Prefettura”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia Aemilia, ispezione amministrativa nel Comune di Finale Emilia

ModenaToday è in caricamento