Cronaca

Azienda "svuotata" e poi fallita, arriva la sentenza di condanna nel caso Firem

E' arrivato il primo punto fermo, oggi in Tribunale a Modena, sulla vicenda della bancarotta dell'azienda formiginese Firem. Titolari e contabile condannati ad 1 anno e 10 mesi

Aveva creato scalpore la sorte toccata all'azienda Firem di Formigine, i cui capannoni erano stati svuotati nell'agosto del 2013 all'insaputa dei dipendenti, con l'intenzione di delocalizzare l'attività in Polonia. Una vicenda che aveva visto nascere inevitabilmente una dura vertenza sindacale e una conseguente polemica politica e che si era chiusa - almeno dal punto di vista lavorativo - nell'aprile dell'anno successivo, con il fallimento della ditta.

Oggi presso il Tribunale di Modena si è chiuso anche il processo per bancarotta che vedeva imputati i due fratelli titolari, Fabrizio e Simona Pedroni, insieme con il la persona che seguiva i libri contabili dell'azienda, Maurizio Malagoli, e la compagna di Pedroni, la polacca Monika Posiedlik. Ebbene, il giudice ha emesso una sentenza di condanna nei confronti dei Pedroni e di Malagoli, pari ad 1 anno e 10 mesi con la condizionale. Assolta invece la Posiedlik

Parallelamente è stato decretato anche il risarcimento nei confronti delle parti civili ammesse nel procedimento, per un importo di 200mila euro. Tra questi soggetti vi è anche la Fiom/Cgil, che cinque anni fa si fece parte attiva nella battaglia dei dipendenti Firem, con un presidio fisso e una serie di manifestazioni.

“Consideriamo importante questa sentenza – afferma il segretario della Fiom/Cgil - che afferma quanto la Fiom ha sostenuto dall’inizio della vertenza, ovvero che una tale operazione, sia in termini etici che normativi, è assolutamente inaccettabile. Nessuna voglia di vendetta da parte della Fiom, ma bensì la necessità di affermare un principio di giustizia e mandare un messaggio chiaro che queste vicende sul territorio modenese non possono e non devono succedere. I lavoratori sono una risorsa e non devono essere considerati un peso economico per l’azienda e il motivo per delocalizzare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azienda "svuotata" e poi fallita, arriva la sentenza di condanna nel caso Firem

ModenaToday è in caricamento