menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio in zona Gramsci, condanna in primo grado per 17 pusher di "Milk and Coffee"

L'operazione si era svolta tra il gennaio 2019 e il maggio 2020, dopo la documentazione di oltre 18mila cessioni di sostanze nei cinque anni precedenti

Milk la cocaina, Coffee l'hashish. Prende il nome dal linguaggio in codice usato dai pusher l'operazione "Milk and coffee" condotta dai Carabinieri di Modena che, tra il gennaio 2019 e il maggio 2020, era sfociata nell'arresto di 32 persone in flagranza di reato, in ragione di oltre 18mila cessioni di sostanze stupefacenti documentate nei cinque anni precedenti.

A distanza di quasi un anno dalla maxi operazione, a seguito della quale le Forze dell'Ordine non hanno comunque mai distolto l'attenzione dal fenomeno, si è concluso il primo grado di giudizio per 17 imputati, tutti condannati ai sensi dell'art. 73 del Testo Unico in materia di stupefacenti, il DPR 309/90.

I giudizi abbreviati affidati al GUP Pini Bentivoglio (tre patteggiamenti e quattordici giudizi abbreviati) si sono conclusi infatti con la condanna in primo grado per produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti, con esclusione per tredici di loro del cosiddetto "quinto comma", ossia l'attenuante della lieve entità. Gli imputati dovranno scontare da pene detentive da un anno e quattro mesi, con pena pecuniaria di mille euro; a pene detentive da quattro anni e sei mesi con pena pecuniaria di 27mila euro. Per dodici di loro, scatterà anche l'espulsione ai sensi dell'art. 235 del Codice Penale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, 113 casi in provincia. Tre decessi e tre ricoveri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento