rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Sassuolo

Ancora critiche le condizioni di Khaoula Louahbi, domenica cerimonia privata per l'addio alle sorelle

Dalla Neurorianimazione di Baggiovara arrivano notizie identiche a quelle di ieri per la 21enne ricoverata: molto grave, ma stabile. Le salme delle due sorelle minori non saranno esposte pubblicamente alle camere ardenti di Sassuolo

Restano sempre le condizioni cliniche di Khaoula Louahbi 21enne ricoverata martedì 4 agosto 2015 presso la Neurorianimazione del Nuovo Ospedale Civile di Baggiovara dopo essere stata salvata dai soccorritori nel fiume Secchia. La prognosi della paziente resta assolutamente riservata, ma i medici non hanno mai nascosto le difficoltà indotte dalla lunga permanenze sott'acqua della ragazza, il cui cervello è rimasto senza ossigeno per un periodo molto lungo di tempo.

Tuttavia, dopo il ricovero, la giovane paziente è rimasta stabile alimentando la flebile speranza della famiglia Laouahbi, già devastata dalla perdita delle due sorelle di 9 e 18 anni.

Proprio in merito alle due ragazze decedute, la Direzione dell’Ospedale di Sassuolo ha comunicato che la famiglia al momento non ha dato disposizioni per l’ostensione delle salme presso le camere ardenti messe a disposizione dal nosocomio. Non è quindi possibile recarsi presso le camere ardenti per fare visita alle salme delle due giovani, come molti sassolesi, mossi dall'impatto emotivo, hanno cercato di fare già ieri.
 
Domenica 9 agosto è previsto il lavaggio rituale richiesto dai genitori e previsto dalla religione islamica. La cerimonia, che è strettamente privata e alla quale non sarà possibile partecipare in alcun modo, precede il trasferimento delle due salme verso il Marocco che avverrà, presumibilmente, il giorno stesso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora critiche le condizioni di Khaoula Louahbi, domenica cerimonia privata per l'addio alle sorelle

ModenaToday è in caricamento