rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca Sant'Agostino / Via degli Adelardi

Confezionano la droga sui cassonetti, tre arresti in pieno centro

In manette tre clandestini, sorpresi dalla Polizia di Stato in via Degli Adelardi mentre preparavano dosi si eroina e hashish sotto un portico. Colluttazione con gli agenti, poi l'arresto

Non è la prima volta che alla Polizia di Modena capita di sorprendere attività di spaccio di droga che avvengono impunemente “alla luce del sole”, ma il fatto di ieri sera rischia di superare molti precedenti in quanto a sfacciataggine dei malviventi che ne sono stati protagonisti.

Il tutto è accaduto intorno alle ore 20 di ieri ed è stato notato da una pattuglia della Volante che perlustrava il centro storico, in via degli Adelardi. Un crocicchio di stranieri si era riunito sotto un portico e armeggiava intorno ad un bidone della raccolta differenziata, spostato ad hoc sotto le arcate. Una volta intervenuti, gli agenti si sono resi conto che il coperchio del cassonetto era diventato un tavolo per un laboratorio improvvisato di confezionamento della droga.

Bustine di plastica, accendini e 13 dosi già pronte e termosaldate, per un totale di 15 grammi di eroina e 5 grammi di hashish. Questo il materiale di cui i tre stranieri sorpresi hanno cercato di disfarsi senza successo. Mentre due di loro venivano bloccati sul luogo, un terzo si dava alla fuga, per essere poi raggiunto poco dopo. L'arresto è stato particolarmente difficoltoso, con una rissa condita da insulti, minacce e l'ancor più preoccupante considerazione degli spacciatori: “Tanto domani siamo fuori”.

Una volta condotti in Questura, i tre nordafricani sono stati identificati: si tratta di cittadini tunisini non in regola con il permesso di soggiorno, rispettivamente di 38, 30 e 28 anni. Due di loro erano già stati arrestati per spaccio lo scorso dicembre e allontanati da Modena, evidentemente senza successo.

Il più giovane dei tre, quello fuggito momentaneamente alla cattura, è stato trovato in possesso di due oggetti rubati: una macchina fotografica digitale e uno smartphone, sottratti nel corso della giornata a due ambulanti del mercato di Piazza Grande. Per questo il giovane è stato denunciato anche per ricettazione, oltre che per i reati di resistenza e di detenzione di droga ai fini spaccio, come i suoi due connazionali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confezionano la droga sui cassonetti, tre arresti in pieno centro

ModenaToday è in caricamento