rotate-mobile
Cronaca Tempio-Stazione / Via Luigi Poletti

Via Poletti, in Consiglio di Stato blocca la chiusura della sala giochi

Ribaltata la decisione del Tar. La società potrebbe rimanere in zona, nononstante la vicinanza con i luoghi sensibili e i problemi di vivibilità

Il Consiglio di Stato sospende la chiusura della sala giochi di Modena in via Luigi Poletti 78, a cui il Comune aveva ordinato lo stop per il mancato rispetto del distanziometro previsto dalla legge regionale sul gioco (500 metri dai luoghi sensibili). La socuietà si sarebbe dovuta trasferire in periferia, in zona Modena Est, ma la delocalizzazione era rimasta solo sulla carta.

I giudici di Palazzo Spada, riporta Agipronews, hanno però sospeso il procedimento ribaltando l'ordinanza del Tar Emilia dello scorso dicembre. «Il provvedimento impugnato si traduce in un sostanziale effetto espulsivo dell’attività del gioco lecito dal territorio comunale - scrivono i giudici nel provvedimento pubblicato oggi - senza peraltro tenere conto della particolarità della vicenda, della situazione di emergenza e dell’applicazione dell’articolo 103 del decreto Cura Italia», che prevede la proroga delle licenze in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e la data della fine dello stato di emergenza.

Vista la delicatezza della vicenda, il Consiglio di Stato ha chiesto al Tar Emilia «la sollecita fissazione dell'udienza di merito», nella quale verrà trattata in maniera approfondita la questione.

Si dovrà dunque attendere per capire la sorte dell'attività di via Poletti, che in passato aveva dato adito a diverse polemiche fra i residenti e aveva portato alla chiusura temporanea per ordine del Questore per motivi di ordine pubblico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Poletti, in Consiglio di Stato blocca la chiusura della sala giochi

ModenaToday è in caricamento