Un gruppo di studenti contesta Marchionne, sindacati in attesa del confronto

Accoglienza con fischi e slogan, lanciati da una decina di studenti universitari dei cruppi antagonisti, per Sergio Marchionne, ora all'Auditorium Biagi. I sindacati non hanno protestato, in attesa del confronto su Maserati

"Fuori Marchionne e interessi privati dai nostri spazi, l'Università è di chi la vive". Così recita uno striscione fuori dall'auditorium Biagi a Modena, nelle cui sale si sta svolgendo l'inaugurazione dell'anno accademico Unimore in presenza tra gli altri dell'ad Fca Sergio Marchionne, che tra poco interverrà con una lectio magistralis. 

Il gruppetto di studenti, in tutto una decina, sta distribuendo volantini sotto lo sguardo dei Carabinieri; un giovane scandisce slogan al megafono. All'ingresso ci sono anche diversi sindacalisti e delegati Fiom del gruppo Maserati: il segretario provinciale delle tute blu Cgil, Cesare Pizzolla, tiene in mano una lettera con l'intenzione di consegnarla a Marchionne, al termine della cerimonia. Nella missiva si ripercorrono tutte le preoccupazioni per la cassa integrazione attivata nel sito modenese, che dal 21 marzo al 3 aprile riguarda 305 lavoratori. 

Oggi dalle 16 e' fissato un incontro tra i sindacati e la dirigenza aziendale del Tridente: la Fiom spera che le sigle si presentino in modo unitario, e "nel caso non otterremo chiarezza dall'azienda sul futuro produttivo dello stabilimento avvieremo iniziative di mobilitazione nei prossimi giorni", avvisa Pizzolla. (DIRE)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Covid a Modena: scendono rispetto a ieri i nuovi casi. Ancora 11 i decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento