Viale Gramsci e dintorni, ancora denunce e sequestri di droga nascosta

Il presidio delle forze dell'ordine prosegue da settimane. Ieri sera i Carabinieri hanno identificato altri due stranieri irregolari e recuperato diverse dosi di hashish nascoste tra la vegetazione del parco XXII Aprile

Mentre i residenti continuano le passeggiate serali nel quartiere, anche le forze dell'ordine mantengono alta la guardia sulla situazione di viale Gramsci e del vicino parco XXII Aprile. Agli arresti dei giorni scorsi e ai controlli nei negozi etnici stanno facendo seguito pattugliamenti accurati da parte di Polizia, Carabinieri e Municipale, che si alternano per garantire una presenza il più possibile continuativa. Impossibile però aspettarsi che si possa risolvere con un colpo di spugna una situazione di degrado e di insicurezza maturata in almeno tre decenni.

I presidi tuttavia stanno facendo emergere tutte le criticità e la funzione repressiva messa in atto dagli agenti non passa certo inosservata. Arresti e denunce si susseguono e tamponano le ferite del quartiere, senza però curarle. Come tante aree urbane insicure o come i "ghetti" che si sono creati nei quartieri, è difficile anche solo iniziare pianificare interventi strutturali così profondi da essere capaci di risanare un'intera zona.

Ultimo in ordine di tempo, il controllo di ieri sera svolto dai Carabinieri ha permesso di portare a casa altri successi. Tra le persone controllate sono stati due gli stranieri trovati non in regola con il permesso di soggiorno: si tratta di un 21enne nigeriano e di un 25enne tunisino, entrambi denunciati. Denuncia anche per un camerunense di 37 anni, che si trovava al volante con un considerevole tasso alcolemico di 2,6 g/l.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel parco, invece, i militari sono riusciti a individuare alcune dosi di droga. La sostanza, 26 grammi di hashish, era stata nascosta in una siepe, come vuole la prassi degli spacciatori che "lavorano" in zona e che si servono di nascondigli per non essere trovati in possesso diretto della droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento