rotate-mobile
Cronaca

Spaccio al Novi Sad, i cani antidroga della Finanza incastrano pusher e consumatori

Proseguono i controlli nell'area, anche per mano dei Baschi Verdi e dell'unità cinofila Thor. Nei guai un richiedente asilo del Gambia

La Guardia di Finanza modenese ha intensificato i controlli sul territorio del capoluogo, in particolare a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, attraverso la riproposizione di specifici nelle zone limitrofe al cittadino Parco Novi Sad, così come concordato a suo tempo dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Modena.

Nel corso delle attività svolte, nel periodo tra il 21 gennaio e la matinata di oggi, anche con l’ausilio delle due unità cinofile del Gruppo di Modena che hanno affiancato i Baschi Verdi, sono stati identificati numerosi soggetti, ivi compreso un cittadino nigeriano irregolare sul territorio dello Stato in quanto sprovvisto di idoneo permesso di soggiorno nonché denunciati tre giovani, tra cui un sedicente gambiano giunto a Modena come richiedente asilo.

In particolare, i tre soggetti sono stati trovati in possesso di numerose dosi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, hashish e cocaina (oltre 80 grammi), già confezionate e pronte per essere vendute, oltre ad ulteriori dosi debitamente occultate nelle aree verdi. l coinvolgimento del cittadino gambiano in attività illecite è stato oggetto di segnalazione alla Prefettura, cosa che potrebbe compromettere la sua richiesta di protezione internazionale.

Nel corso dei controlli, inoltre, sono state sottoposte a sequestro ulteriori dosi di marijuana, destinate all’uso personale dei detentori, rinvenute nella disponibilità di un cittadino italiano e di due extracomunitari. Questo grazie al fiuto del cane Thor, che ha prestato servizio anche insieme agli agenti della Municipale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio al Novi Sad, i cani antidroga della Finanza incastrano pusher e consumatori

ModenaToday è in caricamento