Presidio sicurezza, droga e clandestini nella rete dei controlli

Pattugliamenti in forze nella serata di ieri, con 13 equipaggi tra Polizia e Municipale. Controllate 220 persone. Al Direzionale 70 un arresto e una denuncia per droga, mentre sono 5 i clandestini individuati

La giornata di ieri ha visto l'ennesimo controllo a tappeto per le strade cittadine, messo in atto congiuntamente dalle pattuglie dei diversi reparti della Polizia di Stato e della Municipale. Un totale di 13 equipaggi, che dalle ore 19 all'una di notte hanno effettuato posti di blocco lungo le principali arterie di accesso a Modena e nelle zone più sensibili, tra cui le frazioni.

Le auto della polizia si sono appostate lungo via Canaletto, via Nonantolana, via Emilia Est, ma anche sulla Vignolese e nel piazzale della Stazione. Nel complesso sono state controllate 220 persone e diversi locali pubblici, tra cui quattro sale scommesse. Ma nonostante i controlli abbiano il principale scopo di interferire con i furti in casa e nei negozi, i successi delle forze dell'ordine hanno avuto altri sbocchi.

In manette è finito uno spacciatore di origine albanese, “pizzicato” da una volante al Direzionale 70, mentre cercava di disfarsi di 15 grammi di cocaina, suddivisa in 5 dosi termosaldate. L'uomo, classe '79, ha tentato invano di fuggire alla cattura e gli agenti gli hanno trovato addosso anche 700 euro in contanti e due cellulari.

Sempre per droga è stato denunciato un giovane di Reggio Emilia, che si trovava in auto insieme ad altri suoi quattro amici, tutti italiani tra i 18 e i vent'anni. Il gruppetto aveva con sé 21 grammi di hashish, che il denunciato ha gettato dal finestrino della Lancia Y senza però che il gesto sfuggisse ai poliziotti. Per lui e per gli altri quattro reggiani è scattato anche il foglio di via dal territorio modenese.

Nel corso della serata, inoltre, gli agenti si sono imbattuti in cinque cittadini clandestini. Uno di questi, sempre di nazionalità albanese, è stato avviato alle procedure d'espulsione, mentre altri quattro sono stati denunciati perchè rientrati a Modena senza permesso, nonostante l'obbligo di non ripresentarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

Torna su
ModenaToday è in caricamento