rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca Carpi

Controlli a tappeto nelle aree a rischio e nei campi nomadi, cinque persone denunciate

Ricettazione e furti scoperti dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Carpi. In settimana sono stati effettuati numerodi pattugliamenti, che hanno portato al controllo di 150 persone nelle zone calde della città

Resta alta l’attenzione della Polizia di Stato nel territorio carpigiano ove, anche questa settimana sono stati attuati controlli a tappeto con pattuglie della Squadra Volante cui sono state affiancati equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna e della Polizia Municipale.  

Obiettivi diversificati, ma appositamente individuati per rispondere alle sempre crescenti esigenze di un territorio in continua evoluzione: dai controlli straordinari finalizzati a contrastare il fenomeno dei reati predatori e contro il patrimonio, alla vigilanza dei luoghi di ritrovo di persone di ogni estrazione, come bar ed agenzie di scommesse.  Alle operazioni hanno partecipato complessivamente una ventina di operatori della Polizia di Stato impegnati in capillari controlli e posti di blocco sulle principali arterie stradali di accesso ed uscita dalla città, ma con  particolare attenzione alle frazioni di Fossoli, Cortile, San Marino e Santa Croce.  

Le operazioni, cominciate alle prime luci dell’alba, di questa settimana sono stati allargati anche ai campi nomadi di Carpi, ove sono state identificate oltre 50 persone. L’attività  ha permesso di controllare complessivamente oltre 150 persone, 50 automezzi e 3 pubblici esercizi e sale giochi e scommesse, ma soprattutto di denunciare cinque persone.

Tre cittadini rumeni, F.A. di anni 38, T.S. di anni 32 e B.F.C. di anni 31,  sono stati denunciati per ricettazione.  I tre, con precedenti per reati contro il patrimonio e senza fissa dimora, sono stati rintracciati nella zona industriale della città con un baule pieno di giacche di pelle di una nota marca. Gli accertamenti hanno permesso di appurare che i capi, del valore di oltre 4.000 euro, erano stati rubati qualche giorno prima in un negozio di Parma.  

Due italiani, C.F. di anni 65 e C.C. di anni 44, sono stati invece deferiti in stato di libertà per furto aggravato. Gli stessi sono stati intercettati, verso l’una di notte, da un equipaggio della Squadra Volante mentre caricavano sulla loro auto un condizionatore portatile rubato presso una stazione ecologica ubicata nella zona nord di Carpi.  I due, per introdursi all’interno dell’area, avevano smontato i pannelli del recinto dove era custodito il materiale da riciclare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto nelle aree a rischio e nei campi nomadi, cinque persone denunciate

ModenaToday è in caricamento