rotate-mobile
Cronaca Pavullo nel Frignano

Aree a rischio sicurezza, controllo straordinario della Polizia a Pavullo

L'operazione era stata richiesta dal Sindaco Romano Canovi durante la riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine Pubblico e si è basata sulle segnalazioni dei cittadini. Diverse pattuglie a presidio dell'Appennino

Tre unità del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia della Polizia di Stato, una pattuglia del Commissariato di Sassuolo,  con l’appoggio delle unità operative della locale Polizia Stradale, hanno eseguito oggi, mercoledì 8 luglio a Pavullo a uno dei primi servizi di controllo del territorio, finalizzati alla perlustrazione di zone e località considerate più a rischio, comunicate dai cittadini con diverse segnalazioni.

Nei giorni scorsi il Sindaco di Pavullo, Romano Canovi, nella riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutasi in Prefettura, aveva esposto questa richiesta in considerazione del fatto che il periodo estivo spesso rappresenta per i malintenzionati la migliore occasione per introdursi nelle abitazioni dei residenti asportando ogni cosa di valore possibile. Il servizio di sorveglianza e prevenzione, oltre alle zone e ai locali pubblici frequentati da persone ritenute sospette e a brevi posti di blocco sulle strade di maggior traffico, ha compreso anche interventi presso le aree verdi pubbliche e i parchi cittadini, in questo periodo particolarmente frequentati, nei quali sono stati segnalati disagi per lo più derivanti da atti di esuberanza compiuti da giovani minorenni.

Il servizio è stato svolto sotto la direzione del dottor Michele Morra, dirigente del Commissariato di Sassuolo, che si è avvalso della collaborazione del Comandante del Distaccamento di Polizia Stradale di Pavullo Marco Fusaro. Nel corso delle operazioni, sono stati controllati tre cittadini stranieri, di cui uno,  nella frazione di Camatta, di nazionalità indiana, sprovvisto di documenti, ed entrato clandestinamente nel territorio nazionale. Accompagnato al Commissariato di Sassuolo, è stato sottoposto ai rilievi di fotosegnalazione e rimpatriato coattivamente.  

Sono state inoltre controllate 30 persone, di cui nove con precedenti; controllati 26 automezzi e contestati 2 verbali di violazione dell'artico 80/14 del Codice della strada, in quanto i veicoli circolavano senza essere stati sottoposti alla revisione periodica. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree a rischio sicurezza, controllo straordinario della Polizia a Pavullo

ModenaToday è in caricamento