Zona Autodromo: magazzino riciclato come appartamento abusivo

All'interno di una struttura adibita a magazzino, Municipale e Polizia di Stato hanno rinvenuto un appartamento "di fortuna" abitato da stranieri, alcuni dei quali già colpiti da provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale

L'interno del magazzino-appartamento

Notte di lavoro per gli agenti della Municipale e gli operatori del Posto di Polizia Centro. Impegnati dalle 19 alle ore 2 in una serie di controlli con quattro equipaggi in strada contro lo spaccio e la prostituzione, hanno controllato una ventina di persone per comminare quattro denunce e una sanzione amministrativa da 160 euro.

L'intervento di maggiori rilievo della serata ha riguardato un magazzino ubicato in zona Autodromo: sulla scorta di diverse segnalazioni fatte dai residenti sulla presenza di alcuni movimenti sospetti, gli agenti sono intervenuti verificando come l'immobile, in realtà, fosse utilizzato come sistemazione di fortuna da parte di due uomini albanesi, un romeno 27enne e due giovani donne di 23 e 26 anni sue connazionali. Queste ultime, già note per la loro attività di prostituzione nei pressi della stazione ferroviaria e in altre province (Milano e Napoli), utilizzavano questo appartamento improvvisato come base d'appoggio: nei loro confronti, sono stati emessi fogli di via obbligatori (avranno un mese di tempo per allontanarsi dal territorio modenese). Provvedimento più severo, invece, per il 27enne: dedito all'accattonaggio in centro storico, il giovane era già stato colpito da un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale. Non ottemperante a tale dispositivo, il giovane è stato trattenuto al Cie prima dell'imminente nuova espulsione. Gli operatori della Municipale, poi, stanno svolgendo ulteriori verifiche sugli albanesi trovati all'interno dello stabile: risultati dipendenti dell'impresa proprietaria dell'immobile, non solo è al vaglio la loro posizione ma anche quella dall'azienda per l'accertamento di eventuali abusi edilizi.

I controlli di Municipale e Polizia di Stato, successivamente, si sono poi spostato nei locali pubblici solitamente frequentati da pregiudicati in Buon pastore, zona stazione piccola e via Emilia Ovest: nei pressi di via Jugoslavia, gli accertamenti condotti su alcune prostitute nigeriane hanno consentito di sanzionare un uomo originario di formigine con una multa di 160 euro: impegnato a contrattare una prestazione sessuale con una donna a lato della strada, con la propria auto aveva recato intralcio alla circolazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento