rotate-mobile
Cronaca

Sicurezza, in arrivo controlli straordinari nei quartieri più a rischio

Summit interforze in Prefettura, dove sono state pianificate attività di pattugliamento nelle zone più a rischio di Modena. La cattiva stagione porta con sé un nuovo incremento dei furti e dei reati contro il patrimonio

Come sempre più frequentemente accade, anche questa mattina il Prefetto di Modena ha presieduto una Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di polizia, indetta nel per valutare lo stato di salute della sicurezza in città, con particolare attenzione non solo ai reati più gravi, ma anche a quei fenomeni di disturbo e disordine urbano che minano la tranquillità e il quieto vivere.

Come sempre accade, la stagione invernale fa registrare un aumento – o meglio, un ritorno – dei furti in appartamento e nei negozi, con i ladri che possono approfittare di un periodo più lungo di oscurità in cui agire. La riunione di oggi ha visto infatti un attento esame delle statistiche dei fatti criminosi che si registtano in città. Grazie ai sistemi di georeferenziazione in uso agli archivi delle forze dell'ordine, è stato così possibile stendere una mappa delle aree più a rischio.

Il Prefetto ha quindi stilato un preciso programma straordinario di interventi coordinati da parte di tutte le Forze di polizia, in cooperazione anche con la Polizia Municipale, e con l’impiego di unità cinofile messe a disposizione dalla Guardia di Finanza, indirizzati principalmente nei quartieri dove più alta si registra la preoccupazione ed il disagio dei residenti. Come negli ultimi mesi, anche il Corpo Forestale dello Stato parteciperà ai presidi di sicurezza, svolgendo controlli mirati nei parchi, legati soprattutto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il coordinamento tra le diverse forze di Polizia non è certo un dato nuovo, ma attivo sul nostro territorio da diversi anni. Nei prossimi giorni vedremo dunque una presenza più mirata delle pattuglie di Polizia, Carabinieri e Municipale, cui probabilmente si aggiungeranno anche reparti dalla vicina Reggio Emilia, come accaduto l'anno scorso. Le zone più sensibili saranno monitorate più costantemente, sia con sopralluoghi che con veri e propri posti di blocco, nella speranza che l'ineverno in arrivo possa essere molto duro per i cirminali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, in arrivo controlli straordinari nei quartieri più a rischio

ModenaToday è in caricamento