rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca Stadio Braglia / Piazza d'Armi

Spaccio dilagante, la Polizia passa al setaccio il parco Novi Sad

Gli agenti hanno impiegato anche un'unità cinofila, che ha permesso di sequestre alcune dosi abbandonate nella vegetazione. I servizi mirati in quell'area proseguiranno nelle prossime settimane

Non è certo un mistero che nel corso degli ultimi mesi la "geografia" dello spaccio di droga in città sia cambiata in modo significativo. I controlli massicci messi in atto già durante la scorsa estate tra il Parco XXII Aprile e viale Gramsci hanno notevolmente depotenziato quella che era una delle piazze più "calde" per l'acquisto di stupefacenti, facendo di fatto trasferire i giovani pusher stranieri verso nuove zone. Tra queste spicca sicuramente il parco Novi Sad, che negli ultimi mesi ha visto un presidio fisso di spacciatori, giorno e notte, sia nell'anello pedonale che all'interno dei vialetti dell'area verde.

Le segnalazioni e gli arresti si sono moltiplicati, a fronte di gruppetti di stranieri - spesso, purtroppo, rimpolpati dalla presenza dei richiedenti asilo ospitati a Modena e provincia - che si occupano di vendere hashish e marijuana in particolare agli studenti, agendo addirittura senza troppa circospezione e offrendo i loro "prodotti" a chi attraversa il parco o risale dal parcheggio sotterraneo.

A fronte di questa situazione il tema è stato approfondito anche nel corso dell'ultima riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblico. Nel corso di un tavolo tecnico congiunto, presieduto dal Vicario del Questore, sono state definite le modalità operative e di intervento in un’ottica di ottimizzazione di tutte le forze a disposizione ed è stato messo in atto il primo intervento mirato.

Così nel pomeriggio di oggi, personale della Squadra Volante e della Squadra Mobile, affiancato dal Reparto Prevenzione e Crimine di Reggio Emilia e da una unità cinofila antidroga di Bologna, ha effettuato un servizio straordinario di controllo nel Parco Novi Sad. Nel complesso sono state 65 le persone identificate, di cui 48 di nazionalità straniera.

Due soggetti sono stati accompagnati in Questura per identificazione. Sono stati rivenuti, all’interno del Parco Novi Sad, 5,4 grammi di marjuana, sequestrata a carico di ignoti. Sette complessivamente gli esercizi commerciali controllati nei pressi del parco.

Nei prossimi giorni Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale si alterneranno con la Polizia di Stato con servizi continuativi sull’area al fine di debellare le criticità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio dilagante, la Polizia passa al setaccio il parco Novi Sad

ModenaToday è in caricamento