rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Mirandola

La coop Domus dopo l'arresto per estorsione: "Mai successo in 36 anni, siamo choccati"

L’azienda che gestisce il centro diurno Arcobaleno di Mirandola commenta i fatti che hanno portato all'arresto di un proprio dipendente e promette provvedimenti per evitare che possa ripetersi

«In 36 anni di vita della nostra cooperativa non era mai accaduto un episodio del genere e siamo tutti choccati». Lo afferma il presidente della cooperativa sociale Domus Assistenza di Modena commentando l’arresto di un operatore socio-sanitario che lavora presso il centro per disabili Arcobaleno di Mirandola, gestito in appalto dalla cooperativa.

«Abbiamo cautelativamente sospeso questo operatore e, se le sue responsabilità saranno confermate, procederemo al licenziamento per giusta causa, come previsto dal nostro regolamento – dichiara De Vinco – Nel frattempo abbiamo informato il nostro organismo interno di vigilanza (Odv), previsto dal protocollo di applicazione del dlgs 231 del 2001, per occuparci del caso e prendere i relativi provvedimenti per evitare che si ripetano episodi di questo tipo.

Siamo, comunque, molto dispiaciuti – conclude il presidente di Domus Assistenza - ed esprimiamo piena solidarietà sia all’utente coinvolto che alla sua famiglia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La coop Domus dopo l'arresto per estorsione: "Mai successo in 36 anni, siamo choccati"

ModenaToday è in caricamento