rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca Caduti in Guerra / Viale Martiri della Libertà, 34

Archiviare le multe del presidente in cambio di regali, l'inchiesta CPL travolge la Prefettura

Gli atti dell'inchiesta per corruzione sulla metanizzazione di Ischia rivelano anche intercettazioni di chiamate tra un funzionario prefettizio e il responsabile delle relazioni CPL Francesco Simone. Allo stadio gratis in cambio della cancellazione delle multe

“No, l'ultima te l'ho girata due minuti fa, l'ho messa a posto, la situazione con il verbale lì è definitiva per sempre..per gli altri non...l'ho messa a posto io, l'abbiamo archiviato completamente va bene? ...assolutamente...per gli altri non ci posso far nulla perché sono stati fatti al giudice di pace. La prossima volta me li fai avere tu prima così risolvo io”. Queste le parole di un importante funzionario della Prefettura di Modena, in una chiamata intercettata dai Carabinieri del Noe che vedeva all'altro capo del telefono Francesco Simone, responsabile relazioni di CPL Concordia arrestato per lo scandalo corruzione a Ischia.

L'oggetto della chiamata (del 27 marzo 2014) sarebbero le multe per eccesso di velocità prese dall'allora presidente della coop rossa, Roberto Casari. ''E' sempre la storia con gli autovelox di velocità, l'ho fermati io, l'ultimo che è quasi 500 euro perché si raddoppia la multa l'ho fermato io, dillo al presidente di stare tranquillo, di pensare al Modena e allo Spezia sabato ai tre punti...'', prosegue il funzionario prefettizio.

Già, i tre punti del Modena (che per la cronaca sportiva sabato 29 marzo non arrivarono, per uno scialbo 0-0 casalingo). Secondo gli inquirenti infatti, in cambio dell'eliminazione delle multe il funzionario avrebbe ricevuto biglietti per le partite del Braglia, di cui CPL era ed è main sponsor, nonché magliette ricordo dei calciatori gialloblu. Attualmente il funzionario non risulta indagato nell'inchiesta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Archiviare le multe del presidente in cambio di regali, l'inchiesta CPL travolge la Prefettura

ModenaToday è in caricamento