rotate-mobile
Cronaca Via Università, 4

Unimore nel solco della tradizione, non cambia la proposta didattica

Invariata l'offerta complessiva con 77 corsi di cui 75 tra Modena e Reggio Emilia. Sono 4 quelli con supporto didattico aggiuntivo per la frequenza a distanza e 23 quelli a numero chiuso

All’appuntamento col nuovo anno accademico Unimore giunge con un’offerta formativa articolata su 77 corsi di studio, ovvero 75 ospitati nelle sedi d’Ateneo di Modena e di Reggio Emilia e 2 corsi di laurea interateneo, che sono la laurea magistrale in Filosofia e quella in Quaternario, Preistoria e Archeologia con sede amministrativa rispettivamente a Parma e Ferrara. Oltre ai due corsi interateneo per così dire “fuori sede”, ci sono altri 2 corsi interateneo (la laurea di primo livello in Scienze strategiche con l’Università di Torino, la laurea magistrale in Lingue, culture e comunicazione con l’Università di Parma), fisicamente ospitati presso l’Unimore. 

Più in particolare, tra quelli con sede amministrativa a Modena e Reggio Emilia si potrà scegliere tra: 38 corsi di laurea triennale, 6 lauree magistrali a ciclo unico (di 5/6 anni: Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Farmacia, Giurisprudenza, Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria e Scienze della Formazione Primaria), e 31 lauree magistrali. 

Quattro corsi di studio si avvarranno di servizi di supporto didattico aggiuntivo per la frequenza a distanza (FAD) a favore degli studenti che si iscriveranno a: laurea triennale in Scienze della comunicazione; laurea triennale in Marketing e organizzazione di impresa; laurea magistrale in Economia e diritto per le imprese e le pubbliche amministrazioni, tutte quante attivate presso il Dipartimento di Comunicazione ed Economia, oltre alla laurea magistrale in Relazioni di lavoro, istituita presso il Dipartimento di Economia “Marco Biagi”. 

Complessivamente i corsi di laurea a numero chiuso, cui si accederà con test d’ammissione, saranno 23, ovvero 17 lauree di primo livello (triennali), 5 lauree magistrali a ciclo unico e 1 laurea magistrale (biennale), per complessivi 2.513 posti disponibili per cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari legalmente soggiornanti in Italia. La laurea triennale in Scienze strategiche (103 posti) sarà riservata alla frequenza degli Allievi Ufficiali dell’Accademia Militare di Modena. A questi sono da aggiungere 5 corsi di laurea ad accesso programmato, le cui graduatorie scorreranno in base alla data di presentazione della domanda, e tutte quante di primo livello (triennali): Chimica; Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti; Scienze e Tecnologie Erboristiche; Biotecnologie; Scienze Biologiche.

NUMERO CHIUSO - Le novità riguardano essenzialmente l’introduzione del numero programmato per la laurea triennale in Chimica (100 posti), per la laurea triennale in Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti (90 posti) ed in Scienze e Tecnologie Erboristiche (100 posti). Soppresso, invece, l’accesso programmato per la laurea magistrale in Biotecnologie Industriali e in Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche e per la magistrale in Biologia. Anche quest’anno, come avviene ormai da quattro anni consecutivi, all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia è prevista una prova di valutazione della preparazione iniziale, non selettiva ma obbligatoria, per tutti gli immatricolati iscritti a corsi di laurea di primo ad accesso libero, e così pure il test di valutazione della lingua inglese. Per il secondo livello il test ha carattere ostativo per l’immatricolazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unimore nel solco della tradizione, non cambia la proposta didattica

ModenaToday è in caricamento