rotate-mobile
Cronaca

Vaccinazione antinfluenzali, Hernan Crespo e il Modena testimonial d'eccezione

L’allenatore e gran parte della squadra hanno scelto di vaccinarsi e sostenere la campagna di comunicazione dell’Azienda USL di Modena. Massimo Annicchiarico: “Atto di civiltà di enorme valore sociale”

Il Modena F.C. scende in campo a sostegno della campagna di vaccinazione gratuita contro l’influenza. Testimonial d’eccezione è Hernan Crespo, allenatore dei Canarini e uno dei più grandi cannonieri a livello mondiale, che per primo si è sottoposto alla vaccinazione ed ha consigliato di fare la stessa cosa anche ai suoi ragazzi. “Abbiamo accolto con molto entusiasmo l’invito dell’Azienda USL ad aderire alla campagna di vaccinazione – dice l’allenatore. Gran parte dei giocatori si sottoporrà alla vaccinazione perché pensiamo che con un gesto semplice possiamo fare un goal per la nostra salute”. La proposta di aderire alla campagna è stata accolta favorevolmente dagli atleti e dal tecnico che hanno sentito la responsabilità di diffondere l’informazione su un’iniziativa di grande interesse per la salute pubblica.

“Vaccinarsi è un atto di civiltà di enorme valore sociale e sanitario perché moltiplica la probabilità di limitare la trasmissione dell’influenza che ha costi enormi per la collettività – afferma il direttore generale dell’Azienda USL di Modena Massimo Annicchiarico. Con un gesto di responsabilità, semplicissimo, indolore, totalmente gratuito, possiamo ottenere uno straordinario risultato di salute per tutta la popolazione. Ringrazio sentitamente  il Modena F.C. per il grande valore dell’esempio dato dai propri tesserati  sulla rilevanza di un atto – la vaccinazione – cosi importante per la comunità".

La campagna, già in corso tutta la provincia di Modena, garantisce la vaccinazione gratuita per le persone più fragili. L'Azienda Usl ha acquistato 116mila dosi di vaccino che sono state distribuite ai medici di famiglia che lo somministrano nei propri ambulatori. Le persone alle quali è rivolta la campagna di vaccinazione gratuita sono quelle che hanno compiuto 65 anni, i giovani con patologie croniche che possono aggravarsi in conseguenza dell'influenza, le donne in gravidanza al 2° e 3° trimestre durante la fase di epidemia, il personale sanitario, soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani. 

Generalmente l'epidemia da virus influenzale si sviluppa nei primi mesi dell'anno (gennaio e febbraio), mentre i disturbi apparentemente influenzali che si manifestano frequentemente anche nel periodo compreso tra ottobre e dicembre sono causati da altri virus che aggrediscono le prime vie respiratorie. Il periodo più opportuno per vaccinarsi, quindi, va dall'inizio di novembre a tutto dicembre. La protezione si sviluppa infatti due settimane dopo la somministrazione del vaccino e permane per tutta la stagione epidemica. Nella nostra provincia le vaccinazioni per gli adulti vengono effettuate principalmente dai medici di medicina generale. Per bambini e adolescenti affetti da patologie a rischio, per i quali resta sempre raccomandata la vaccinazione, il punto di riferimento è invece l'ambulatorio della Pediatria di Comunità del Distretto sanitario.

Per ulteriori informazioni, si può chiamare il numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033.033, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 13.30.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazione antinfluenzali, Hernan Crespo e il Modena testimonial d'eccezione

ModenaToday è in caricamento