rotate-mobile
Cronaca

Curiosità Modenesi | Perché i colori di Modena sono giallo e blu?

Perché i colori di Modena sono il giallo e il blu? Un viaggio storico tra quei colori che sono nelle curve degli stadi, nelle bandiere delle città ma soprattutto nei cuori dei modenesi

Dallo stadio alle palestre di pallavolo, dal colore degli autobus alle bandiere in giro per la città, i colori di Modena sono evidentemente il giallo e il blu. Tutti da piccoli li riconoscono e se ne innamorano, ma perché Modena ha proprio quei due colori nel cuore e nella storia? E' una storia che si perde nel buio del Medioevo, e dato che ormai è scontato quali siano i nostri colori l'abbiamo un po' dimenticata.

Lo stemma del comune di Modena presenta una croce azzurro scuro-blu in campo giallo, ma originariamente i colori erano invertiti. I primi colori identificativi della città di Modena risalgono al 1167 quando diversi comuni contro il Barbarossa, cioè facenti parte della Lega Lombarda, assunsero come simbolo quello di una croce. Modena aveva scelto una croce dorata e come sfondo il cielo, che ben presto venne identificato con il colore azzurro. 

La prima volta che che appaiono però in un documento ufficiale è il 1327 dove negli Statuti del Comune di Modena sonopresenti sulla quarta carta la figura di San Geminiano a cavallo. L'animale è ricoperto da una gualdrappa azzurra su cui sono presenti due grandi croci, ma bisognerà aspettare il 1336 per vedere il primo scudo modenese proprio con il ritorno degli Estensi in città. Da quel momento lo stemma giallo e blu divenne lo status symbol della città, e così nel 1473 venne inserito tra i sigilli delle spese Ordinarie dei duchi e con la fine del XV secolo apparve sulle monete del ducato, e lo stesso simbolo rimase sulle monete anche quando la città divenne dominio papale tra il 1510 e il 1527. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curiosità Modenesi | Perché i colori di Modena sono giallo e blu?

ModenaToday è in caricamento