rotate-mobile
Cronaca Viale Francesco Crispi

Spaccio in zona stazione, applicato il primo Daspo urbano

Il provvedimento è stato adottato nei confronti di uno spacciatore nigeriano, già arrestato e condannato più volte. Non potrà più frequentare i negizi etnici del portico di viale Crispi che usava come base di spaccio, nè la stazione ferroviaria

Il Questore di Modena ha vietato per due anni ad un cittadino extracomunitario di accedere nell’esercizio pubblico innanzi al quale era solito spacciare sostanze stupefacenti e di stazionare nella zone adiacenti. Si tratta della prima applicazione modenese del cosiddetto "Daspo urbano", introdotto nel decreto Minniti proprio per contrastare le situazioni legate allo spaccio di droga.

P. E. 36 anni nigeriano, domiciliato a Parma, è stato arrestato il 3 agosto dello scorso anno dalla Squadra Mobile per spaccio di eroina e cocaina nei pressi di un negozio etnico di via Crispi la cui attività fu immediatamente sospesa per quindici giorni. I fatti legati alla presenza di stranieri sotto il portico e nelle vicinanze di viale Crispi fu poi oggetto di altri interventi e di ulteriori provvedimenti contro i negozi

Lo straniero, arrivato in Italia come richiedente asilo, è stato condannato dal Tribunale a due anni di reclusione con sentenza divenuta esecutiva lo scorso aprile, ma di fatto è tornato libero. Ora P.E. non potrà accedere per i prossimi due anni all’interno del negozio, né stazionare in via Crispi, via Nicolò l’Abate, via Mazzoni, piazza Dante nonché nei locali interni ed esterni della stazione ferroviaria.

Il provvedimento, richiesto dalla Divisione Polizia Anticrimine diretta dalla Dott.ssa Maria Laura Barbera, si basa anche sul fatto che lo spacciatore era giò stato condannato nel 2012 e nel 2013 per gli stessi reati e rientra perciò come caso "esemplare" nella nuova normativa. Nel caso dovesse violare le disposizioni e venisse trovato di nuovo nella "zona proibita", la legge prevede un amulta da 10.000 a 40.000 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio in zona stazione, applicato il primo Daspo urbano

ModenaToday è in caricamento