Fiamme Gialle, boom di evasione fiscale e reati contro la pubblica amministrazione

Crescono a vista d'occhio molti dei reati perseguiti dalla Guardia di Finanza di Modena, tra cui gli evasori totali, i dipendenti pubblici infedeli e le imprese che sfruttano il lavoro nero. Tutti i numeri nel bilancio presentato oggi dal Comando Provinciale

Anche per la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Modena è tempo di bilanci. Questa mattina in via Mattarella il colonnello Pasquale Russo ha illustrato i risultati ottenuti nell'anno passato dai diversi reparti delle Fiamme Gialle modenesi, mettendo in luce tutti gli sforzi che il corpo ha posto in essere per garantire la tutela dei cittadini e dell'economia legale. Un bilancio, che – per fortuna o purtroppo a seconda dei punti di vista – segna un incremento significativo su quasi tutti i versanti di intervento, per un totale di 771 indagini seguite.

FRODI FISCALI E ECONOMIA SOMMERSA - Sono state eseguite 683 tra verifiche, controlli ed altri interventi a tutela degli interessi erariali comunitari, nazionali e locali, pervenendo alla denuncia di 271 soggetti responsabili di 323 reati fiscali, di cui l’83% riguarda illeciti più gravi, quali l’emissione di fatture per operazioni inesistenti e la presentazione di dichiarazioni fraudolente. Dieci gli interventi in materia di fiscalità internazionale con la scoperta di 4 casi di evasione fiscale internazionale, quali fittizi trasferimenti all’estero della residenza di persone fisiche e/o di società e fenomeni di transfer pricing. Sono risultati completamente sconosciuti al fisco 44 soggetti, mentre sono stati individuati 59 datori di lavoro che hanno impiegato 100 lavoratori “in nero” e 848 lavoratori irregolari. Nel contempo è stata richiesta l’emissione di provvedimenti di sequestro per 95 milioni di euro, a compensazione delle somme evase.

TRUFFE SUI FONDI PUBBLICI E REATI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Scoperti casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per oltre 99.000 euro, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 9 soggetti. Nell’ambito di 24 interventi svolti su delega della Corte dei Conti sono stati segnalati alla Magistratura contabile sprechi o irregolari gestioni di fondi pubblici che hanno causato danni patrimoniali allo Stato per 50 milioni di euro, con la verbalizzazione di 34 responsabili. A seguito di 12 interventi conclusi nel 2015 per reati ed altri illeciti contro la Pubblica Amministrazione, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria 26 soggetti per abuso di ufficio, corruzione, concussione ed esercizio abusivo della professione) di cui 2 tratti in arresto. Sono stati sottoposti a controllo appalti pubblici per un ammontare complessivo di oltre 30 milioni di euro. I 92 controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione del ticket sanitario, hanno evidenziato una percentuale di irregolarità pari al 55% dei casi segnalati dai comuni.

CRIMINALITÀ ORGANIZZATA E CRIMINALITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA - Particolarmente intensa è stata anche l’attività svolta a contrasto della criminalità organizzata mediante l’esecuzione di 11 accertamenti economico-patrimoniali a carico di condannati e indiziati di appartenere ad associazioni mafiose o dei loro prestanome, che hanno riguardato complessivamente 9 persone fisiche e 1 società.  Le persone denunciate sono state 66 mentre sono stati effettuati sequestri di beni ai sensi della normativa antimafia nei confronti di 10 soggetti.  In materia di riciclaggio sono state svolte 3 indagini e attività di polizia giudiziaria che hanno portato alla denuncia di 8 soggetti; gli importi oggetto del reato di riciclaggio ammontano a circa 5 milioni di euro. Nell’azione di contrasto all’usura, i denunciati sono 11 soggetti con il sequestro di patrimoni e disponibilità finanziarie per circa 100.000 euro. Nelle indagini svolte nei settori dei reati societari, fallimentari, bancari, finanziari e di borsa sono stati denunciati 56 soggetti. Sono stati invece 67 gli accessi ispettivi presso cantieri edili.

CONTRAFFAZIONE - In tale ambito sono stati eseguiti 29 interventi e denunciate 12 persone. I prodotti illegali sequestrati sono stati 202.141, perché contraffatti, piratati, pericolosi o recanti falsa o fallace indicazione di origine o provenienza. 

GIOCO ILLEGALE- Sono stati effettuati 43 interventi presso sale giochi e centri di scommesse che hanno consentito di individuare 2 centri in cui si effettuavano scommesse clandestine i cui titolari sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria. In questi casi le macchine elettroniche per il gioco risultavano scollegate dai Monopoli di Stato, violando così la legge.

DROGA E DENARO FALSO - Sequestrati 700 grammi di droga a carico di 59 soggetti, di cui 1 tratto in arresto. Nell’attività di contrasto al falso monetario sono state sequestrate 549 banconote false per un valore complessivo di circa 19.185 euro. Denunciati 5 soggetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pota gli alberi accanto alla linea elettrica fingendosi un addetto Hera e intasca 1.300 euro

  • Droga letale, un altro ragazzo muore per overdose in zona Sacca

  • Chirurgia protesica del ginocchio, importante premio per il sassolese Francesco Fiacchi

  • Un giro di spaccio dietro la "copertura" di un autolavaggio. Sequestrato anche un mitra da guerra

  • Locale sovraffollato, denunciati i gestori e sequestrato l'Oltrecafè

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento