rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Carlo Alberto dalla Chiesa / Viale Piersanti Mattarella

Guardia di Finanza, i numeri delle attività dei primi mesi dell'anno

Contrasto dell'illegalità fiscale, finanziaria ed economica, senza tralasciare l'ordine e la sicurezza pubblica. Questi i dati delle fiamme gialle in questa prima parte del 2017

Ieri la Guardia di Finanza di Modena ha celebrato presso la caserma “G. Vaccari” il 243° anniversario della fondazione del corpo. Come sempre, l'occasione ha permesso di accedere ad una serie di dati sull'attività delle Fiamme Gialle modenesi, le cui attività solitamente non godono di grande pubblicità durante i 365 giorni dell'anno. Ecco alcuni numeri in sintesi.

FRODI FISCALI ED ECONOMIA SOMMERSA - Sono state eseguite 204 tra verifiche, controlli ed altri interventi a tutela degli interessi erariali comunitari, nazionali e locali, pervenendo alla denuncia di 63 soggetti responsabili di reati fiscali nonché alla scoperta di 14 casi di frode all’iva. Sono stati 16 gli interventi in materia di fiscalità internazionale con la scoperta di diversi casi di evasione fiscale internazionale, nella sua declinazione di “esterovestizione / stabili organizzazioni societarie”. E' stato anche accertato un caso in cui imprenditori italiani hanno commercialmente “invaso” la Cina, mediante la creazione di una stabile organizzazione “occulta” costituita da due società che erano in realtà filiali delocalizzate per agirare il fisco. A fronte delle frodi scoperte, sono state quindi condotte azioni di “aggressione” dei patrimoni dei responsabili con il sequestro di disponibilità per oltre 1,3 milioni di euro. Nel contempo è stata richiesta alle Autorità competenti l’emissione di ulteriori provvedimenti di sequestro per circa 30 milioni di euro. Sono risultati, in ultimo, completamente sconosciuti al fisco (cd “evasori totali”) 18 soggetti, mentre sono stati individuati 28 datori di lavoro che hanno impiegato 458 lavoratori irregolari, di cui 89 “in nero”.

TRUFFE SUI FONDI PUBBLICI E ILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Scoperti casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, nazionali e locali, per circa 472.000 euro, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 2 soggetti, a fronte di circa 1,3 milioni di euro di contributi controllati. Nell’ambito dell’attività svolta a supporto ovvero su delega della Corte dei Conti sono stati segnalati alla Magistratura contabile sprechi o irregolari gestioni di fondi pubblici che hanno causato danni patrimoniali allo Stato per oltre 11 milioni di euro. Per quanto concerne i controlli volti a verificare la sussistenza dei presupposti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate, a fronte di 40 controlli effettuati n. 18 (45% del totale) hanno evidenziato irregolarità relativamente al possesso dei requisiti reddituali previsti. Con riguardo all’esenzione dal pagamento del ticket sanitario, i controlli effettuati, hanno evidenziato una percentuale di irregolarità (con riguardo al possesso dei requisiti reddituali richiesti) pari al 75% dei casi.

CRIMINALITÀ ECONOMICA - Di rilievo risulta l’attività svolta a contrasto della criminalità organizzata eseguita attraverso l’esecuzione di accertamenti economico -  patrimoniali nei confronti di  soggetti (persone fisiche) connotate da pericolosità sociale. La specifica attività è stata svolta nei confronti di 5 soggetti e si è conclusa con la richiesta di sequestro di beni per un valore pari a oltre 3,3 milioni di euro. In materia di riciclaggio sono state svolte attività di polizia giudiziaria che hanno portato alla denuncia di 3 soggetti, di cui 1 in stato di arresto; gli importi oggetto del reato di riciclaggio ammontano a circa 1,5 milioni di euro. Nelle indagini svolte nei settori dei reati societari, fallimentari, bancari, finanziari e di borsa sono stati verbalizzati 44 soggetti di cui 2 in stato di arresto ed accertata una distrazione di denaro pari ad oltre 10 milioni di euro. Una persona è stata denunciata per usura.

CONTRAFFAZIONE - Nell’ambito della lotta alla contraffazione sono stati effettuati 9 interventi che hanno portato alla denuncia di altrettanti soggetti ed al sequestro di 2.278 prodotti illegali. Nel più generale contesto delle attività rivolte alla illecita commercializzazione si inquadra una specifica attività di p.g. portata a termine da un Reparto alla sede di Modena nel mese di Maggio u.s., nell’ambito della quale sono stati sequestrati oltre 23.000 capi di abbigliamento rubati, di una nota marca di moda, con la conseguente denuncia - per ricettazione – del commerciante che deteneva la merce.

GIOCO ILLEGALE - Nel corso dei primi cinque mesi dell’anno sono stati effettuati 16 interventi che hanno consentito di riscontrare 2 violazioni e di procedere alla identificazione 32 soggetti avventori.  

TRAFFICI DI DROGA - A fronte di 26 interventi eseguiti sono state accertate 20 violazioni che hanno determinato la verbalizzazione di 18 soggetti, di cui 5 denunciati all’Autorità Giudiziaria, ed il sequestro di circa Kg. 1,4 di sostanza stupefacente di varia natura.

SICUREZZA E TERRITORIO - Il controllo "economico" del territorio, attuato anche con il servizio di pubblica utilità “117”. A tal riguardo nei primi 5 mesi dell’anno sono state impiegate quotidianamente (h24) appositi equipaggi per un complessivo di 604 pattuglie.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di Finanza, i numeri delle attività dei primi mesi dell'anno

ModenaToday è in caricamento