rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Mirandola

Terremoto, con il Mude si fa il punto sulle cifre della ricostruzione

Secondo i dati aggiornati dei sistemi Mude e Sfinge, le unità abitative coinvolte sono 8.746, per più di 14.500 mila abitanti. Le richieste delle imprese hanno raggiunto invece quota 585 per un contributo totale di 485,4 milioni

Sono 2.129 le ordinanze emesse presso gli istituti bancari per il pagamento dei contributi per la riparazione delle abitazioni: l’importo delle ordinanze ha raggiunto un importo di oltre 99 milioni di euro: le unità abitative coinvolte nelle pratiche accettate ammontano a 8.746, per un totale di oltre 14.500 mila abitanti interessati. Sono questi i dati relativi alla ricostruzione registrati dal sistema Mude (Modello unico digitale per l’edilizia) relativo alle abitazioni e dal sistema telematico Sfinge per quanto riguarda le imprese colpite dal sisma del maggio 2012.

I dati estrapolati dal sistema Mude registrano 2.728 richieste di contributo in lavorazione da parte dei professionisti e dei Comuni per quanto riguarda le abitazioni. Queste si aggiungono alla 3.221 domande già depositate e protocollate presso i Comuni. I contributi concessi ammontano a oltre 235,6 milioni di euro (per un totale di quasi 1,6 milione di mq di superfici). Nel totale è compresa anche una quota di 2.054 immobili a uso produttivo (315), commerciale (883), uffici (381) e depositi (475).

Le richieste di contributo registrate dal sistema telematico Sfinge in merito alle attività produttive sono invece 585, equivalenti a oltre 485,4 milioni di euro. Ben 208 sono i decreti di concessione del contributo approvati (per 105 milioni e 598 mila euro, di cui 29 milioni in liquidazione). Le richieste sul fondo Inail (prima e seconda finestra di domande), riguardanti le imprese che abbiano carenze strutturali nei capannoni e per le quali occorra intervenire per aumentarne la sicurezza, sono oggi 466 per un ammontare complessivo di costi sostenuti dalle imprese pari a 18 milioni di euro (in fase di liquidazione 277 richieste per un contributo di 8,4 milioni di euro).

Nel frattempo la Regione Emilia-Romagna ha individuato le risorse che saranno stanziate per gli investimenti produttivi di 187 imprese nell’area colpita dal sisma e che ammontano a circa 23 milioni di euro. Nei giorni scorsi è stato approvato l’atto della graduatoria che avvia lo stanziamento della prima tranche di contributi (il 35% del totale realizzato) per l’anno 2013: si tratta di risorse europee “Por Fesr 2007-2013 Asse 2”. Le richieste presentate sono 1.209: di queste ne sono state ammesse a istruttoria 1.197, delle quali 115 non sono state ammesse per vizi formali e 118 per il merito, le rimanenti 894 sono in graduatoria per il finanziamento. Da questa prima tranche di finanziamenti, le 187 imprese destinatarie del contributo prevedono di realizzare circa 300 assunzioni e innescare investimenti per circa 70 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, con il Mude si fa il punto sulle cifre della ricostruzione

ModenaToday è in caricamento