rotate-mobile
Cronaca

Un decalogo di divieti, ecco le regole frequentare i parchi pubblici

E’ in distribuzione gratuita un opuscolo che contiene un decalogo di comportamenti vietati nelle aree verdi comunali. E c'è anche un video. Sanzioni per chi trasgredisce.

Le fontane pubbliche non servono per bagnarsi o lavarsi, i rifiuti non vanno gettati dove capita, non è possibile consumare alcolici su aree pubbliche al di fuori dei locali e oltre l’orario di apertura, fare schiamazzi o disturbare dopo le 24. E’ vietato danneggiare o imbrattare giochi, arredi e segnaletica nei parchi e portare a spasso il cane senza guinzaglio. Vietato anche giocare con il pallone, organizzare grigliate, spostarsi con veicoli a motore e disturbare gli altri ospiti dei parchi.

Sono la dieci cose da non fare per tenere puliti e in buono stato i parchi pubblici cittadini raccolte in un opuscolo tascabile edito dal Comune di Modena e da Modena città sicura. La guida è stata realizzata dall’Ufficio Politiche delle Sicurezze in collaborazione con il Settore Ambiente del Comune di Modena per promuovere l’uso civico degli spazi verdi e prevenire situazioni di degrado e conflitto. L’opuscolo contiene indicazioni sulle regole da rispettare per tenere puliti e in buono stato i parchi pubblici e in particolare le cose da non fare se si vogliono evitare sanzioni pecuniarie previste dai regolamenti comunali.

L’iniziativa, promossa dall’Ufficio Politiche delle Sicurezze, prevede una distribuzione capillare degli opuscoli, attraverso i volontari delle Gev, delle Gel, dell’associazione VivereSicuri e dei Volontari del Verde di Modena, nei principali parchi cittadini, nelle giornate stabilite per i monitoraggi dei parchi. L’opuscolo, scaricabile sul sito delle Politiche delle Sicurezze.

?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un decalogo di divieti, ecco le regole frequentare i parchi pubblici

ModenaToday è in caricamento