rotate-mobile
Cronaca Piazza Annibale Riccò

S. Agnese: degrado, spaccio e accattonaggio invadono il parco

Cresce il malessere dei residenti e delle famiglie che frequentano l'area verde di Piazzale Riccò. Sempre più frequenti gli episodi di degrado e di insicurezza. Ieri intervento del 118 per soccorrere un ubriaco affianco alle giostre dei bambini

Tra le zone più sofferenti della città a causa del degrado spunta nuovamente il nome di Piazzale Riccò. Lo spazio verde nel cuore del quartiere di S. Agnese è tornato ad essere meta di tossicodipendenti, spacciatori, accattoni e sbandati, che rendono dura la vita dei residenti e delle famiglie che portano i loro figli a giocare nell'area verde. Le segnalazioni dei cittadini si fanno sempre più frequenti e tra i residenti, specialmente dopo l'aumento dei furti in garage e abitazioni, è anche nata l'idea di una petizione per chiedere interventi mirati da parte della Polizia Municipale e delle Forze dell'Ordine.

Ultima in ordine di tempo è l'esperienza che un residente racconta su Facebook: “Ieri sera, ore 18, parchetto di Sant'Agnese: mio figlio in altalena spinto dalla mamma. Alle loro spalle appare un personaggio, si siede su una panchina e improvvisamente collassa. Mi avvicino, schiuma e sbava, non mi risponde. Chiamo il 118, che arriva subito. Lo sollevano, è ubriaco fradicio, non riesce a dire nemmeno il suo nome. E anche il parchetto di Sant'Agnese esce dalla lista dei posti frequentabili”, conclude amaramente.

Altro problema molto sentito è quello degli accattoni molesti, che sono diventati una vera piaga per chi frequenta la chiesa di S. Agnese, tanto che lo stesso parroco avrebbe consigliato ai fedeli di non lasciare denaro, dal momento che si sono verificati episodi spiacevoli e si temono ritorsioni nel caso dovessero intervenire le Forze dell'Ordine.

Nel pomeriggio Piazzale Riccò - di fronte al quale risiedono anche l'On. Giuditta Pini e la famiglia - è poi frequentato da famiglie con bambini, che escono dalla scuola adiacente, ma anche da anziani e dai loro accompagnatori che trovano lì l'unico punto di aggregazione della "nobile" zona residenziale. Fatti analoghi a quelli raccontati si sono verificati più volte, specialmente in prossimità del tramonto. La sera e la notte lo spazio verde è frequentato da stranieri che, stando alle dichiarazioni di chi vive lì, sono dediti allo spaccio al dettaglio. Più volte sono intervenute le forze di Polizia, proprio su segnalazioni di chi frequenta il piccolo parco, che già in passato ha conosciuto un periodo buio con molti episodi di degrado.

Nel 2009 sono stati svolti i lavori di riqualificazione dell'intera area verde, costata 200mila euro al Comune, con il rifacimento della pavimentazione e dell'area verde, il potenziamento dell'illuminazione pubblica, la sostituzione delle vecchie panchine. Ma questi interventi, sicuramente necessari, si sono dimostrati insufficienti, motivo per il quale i residenti chiedono un maggior presidio e un intervento sanzionatorio nei confronti dei pessimi comportamenti cui sono costretti ad assistere.

Piazzale Riccò - 18/09/2013

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

S. Agnese: degrado, spaccio e accattonaggio invadono il parco

ModenaToday è in caricamento