rotate-mobile
Cronaca Pomposa / Via Pomposa

Degrago e Polizia Municipale, Buffagni (Sulpm): "Sterile polemica"

Il segretario cittadino del sindacato della Polizia Municipale respinge le accuse della modernista Benassati: "Noi tutte le sere impegnati alla Pomposa con una o due pattuglie a volte a piedi, a volte a bordo di mezzo di servizio"

Massimo Buffagni, segretario cittadino Sulpm Modena, risponde a quanto riportato dalla modernista Anna Benassati sul degrado alla Pomposa e l'operato della Polizia Municipale.

 

In merito alla notizia che leggiamo sul Suo quotidiano online in data 14 maggio 2012 con titolo " di fronte al degrado la Polizia Municipale ecc."questa organizzazione sindacale, maggiormente rappresentativa della Polizia Municipale in Italia, vuole esprimere il suo punto di vista con preghiera di pubblicazione.

La Polizia Municipale di Modena tutte le sere è impegnata con una o due pattuglie a volte a piedi, a volte a bordo di mezzo di servizio, al controllo della zona della Pomposa e aree limitrofe, queste controllano un territorio non facile in quanto pullula di centinaia di giovani che gioendo del tepore delle prime sere di maggio stazionano fuori dai locali conversando anche a volte animatamente, non si nega; forse è questo vociare/urlare che alla signora Benassati " non piace, i giovani esistono, vanno bene, ma devono andare sotto alle finestre degli altri!!

Da quanto ci risulta nella serata del 13 maggio 2012 non sono stati richiesti interventi in zona Pomposa: nessuna richiesta d' intervento da parte di cittadini nella zona, pertanto il veicolo della Polizia Municipale nella piazzetta sta proprio a confermarne la presenza, inoltre ci pare che il veicolo appaia spento, almeno le luci esterne non sono accese e quindi non possono inquadrare i due soggetti seduti sulla panchina in fondo a sinistra, che non si capisce bene cosa facciano, (sarà la scarsa risoluzione del mio video); la luce accesa invece è quella all'interno dell'abitacolo che vale a dire che i colleghi stanno o leggendo o scrivendo qualcosa, pertanto la loro attenzione potrebbe essere distolta dall'esterno.

Se il cittadino anziché scattare la foto fosse andato dagli agenti a far presente i suoi sospetti, i colleghi, sarebbero sicuramente intervenuti ed eventualmente, in caso di violazioni, avrebbero fatto rispettare l'ordinanza in vigore nella zona.

Ora questa sterile polemica della lettrice non serve a nulla e neanche la sua presunzione che i colleghi siano andati ad "appioppare le multe alle auto in sosta", forse anche lei è stata una di quelle "colpite"? altrimenti non si spiegherebbe tanto astio verso quegli agenti che cercano di tutelare l'interesse collettivo della cittadinanza, anche in mezzo a mille difficoltà.

Il segretario cittadino SULPM

Massimo Buffagni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrago e Polizia Municipale, Buffagni (Sulpm): "Sterile polemica"

ModenaToday è in caricamento