rotate-mobile
Cronaca Novi di Modena

Delitto di Novi, chiesto l'ergastolo per gli assassini di Shahanaz Begum

Il sostituto procuratore ha chiesto il massimo della pena per Khan e Umair Butt, padre e figlio pachistani che il 3 ottobre 2010, nell'orto di casa, uccisero con una pietra la moglie e madre Shahanaz Begum

Condanna all'ergastolo. Questo è quanto è stato richiesto da Pasquale Mazzei, sostituto procuratore, per Khan e Umair Butt, padre e figlio pachistani che il 3 ottobre dello scorso anno, nell'orto di casa a Novi di Modena, uccisero con una pietra la moglie e madre Shahanaz Begum, 46 anni: la donna aveva chiesto il divorzio e appoggiava la figlia 20enne nell'opporsi a nozze combinate con un pachistano. Padre e figlio, ora a processo con rito abbreviato, sono accusati di omicidio volontario e tentato omicidio in concorso.

AGGRAVANTE - Il 18enne Umair si accanì con una spranga contro la sorella Nosheen, su ordine del padre, ferendola gravemente. Il pm contesta a entrambi i pakistani l'aggravante dei motivi abietti. Nosheen Butt si è costitutita parte civile insieme ai tre fratelli, così come la Regione Emilia-Romagna, il ministero delle Pari opportunità tramite l'avvocatura di Stato e l'associazione Donne musulmane che ha chiesto simbolicamnete il risarcimento di un euro. La prossima udienza è fissata al 29 novembre, quando parlerà la difesa, quindi è attesa la sentenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Novi, chiesto l'ergastolo per gli assassini di Shahanaz Begum

ModenaToday è in caricamento