rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Cronaca Novi di Modena

Delitto di Novi, chiesto l'ergastolo per gli assassini di Shahanaz Begum

Il sostituto procuratore ha chiesto il massimo della pena per Khan e Umair Butt, padre e figlio pachistani che il 3 ottobre 2010, nell'orto di casa, uccisero con una pietra la moglie e madre Shahanaz Begum

Condanna all'ergastolo. Questo è quanto è stato richiesto da Pasquale Mazzei, sostituto procuratore, per Khan e Umair Butt, padre e figlio pachistani che il 3 ottobre dello scorso anno, nell'orto di casa a Novi di Modena, uccisero con una pietra la moglie e madre Shahanaz Begum, 46 anni: la donna aveva chiesto il divorzio e appoggiava la figlia 20enne nell'opporsi a nozze combinate con un pachistano. Padre e figlio, ora a processo con rito abbreviato, sono accusati di omicidio volontario e tentato omicidio in concorso.

AGGRAVANTE - Il 18enne Umair si accanì con una spranga contro la sorella Nosheen, su ordine del padre, ferendola gravemente. Il pm contesta a entrambi i pakistani l'aggravante dei motivi abietti. Nosheen Butt si è costitutita parte civile insieme ai tre fratelli, così come la Regione Emilia-Romagna, il ministero delle Pari opportunità tramite l'avvocatura di Stato e l'associazione Donne musulmane che ha chiesto simbolicamnete il risarcimento di un euro. La prossima udienza è fissata al 29 novembre, quando parlerà la difesa, quindi è attesa la sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Novi, chiesto l'ergastolo per gli assassini di Shahanaz Begum

ModenaToday è in caricamento