rotate-mobile
Cronaca Fiorano Modenese

Tre amici fingono un impegno di lavoro, poi confessano: "In casa ci annoiavamo"

I ventenni sono stati denunciati dalla Polizia Stradale durante un controllo a Fiorano. Una decina le denunce per violazione dei decreti da parte della Polizia di Stato nella giornata di ieri

Ieri sera la Polizia Stradale - ma anche le altre specialità della Polizia di Stato - ha svolto una serie di controlli sulle principali arterie provinciali e nei centri abitati, volte a controllare i viaggiatori e verificare le reali necessità dei loro spostamenti. A fine giornata il bilancio è stato di una decina di denunce per violazione del decreto anticontagio.

Un caso singolare ha riguardato tre giovani - due ragazzi e una ragazza, tutti ventenni - che sono stati controllati a bordo di un'auto a Fiorano Modenese. La giovane ha spiegato che gli amici la stavano accompagnando a Casalgrande (RE) dove avrebbe dovuto lavorare come babysitter. L'auto tuttavia viaggiava in direzione opposta (Maranello) e le verifiche fatte dagli agenti hanno smontato l'alibi dei ragazzi.

Messi alle strette i tre hanno ammesso di essere in giro senza motivazione, solo perchè a casa "si annoiavano". Tutti e tre sono quindi stati denunciati per l'articolo 650 del condice penale, che, lo ricordiamo, prevede l'arresto fino a tre mesi o l'ammenda fino a duecentosei euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre amici fingono un impegno di lavoro, poi confessano: "In casa ci annoiavamo"

ModenaToday è in caricamento