Zona Tempio. La Polizia interviene per una lite coniugale e scopre due spacciatori

L'attenzione della Centrale Operativa della Questura e l'uso efficace delle telecamere di videosorveglianza ha permesso di sequestrare 30 grammi di marijuana e denunciare due stranieri

Un intervento di routine per la segnalazione di una lite sentimentale fra marito e moglie, purtroppo sempre più frequenti, ha consentito alla polizia di individuare e denunciare due persone coinvolte in un traffico di droga, anche questo molto frequente in città. E' accaduto ieri in zona Tempio, in quello che può considerarsi un esempio virtuoso di utilizzo dell'ormai pervasivo e sempre più sofisticato sistema di videosorveglianza comunale.

Dopo aver inviato una Volante presso l'abitazione dei due coniugi, infatti, l'agente in servizio davanti ai monitor della Centrale Operativa della Questura ha controllato le immagini delle telecamere poste nella zona di via Poletti. Il poliziotto ha così potuto notare che, mentre l'auto di servizio stava transitando, due stranieri tentavano di disfarsi in modo nervoso di un pacchetto, cercando riparo dietro un'auto.

A questo punto, mentre la prima Volante ha proseguito verso la lite - nulla di grave - una seconda pattuglia ha raggiunto e identificato i due cittadini osservati in video pochi minuti prima. Sotto l'auto in sosta è stato recuperato in involucro contenente 30 grammi di marijuana, mentre addosso ai due sono stati trovati sacchetti di plastica usati tipicamente per confezionare le dosi per lo spaccio al dettaglio.

Sono così stato denunciati a piede libero per detenzione ai fini di spaccio un 24enne gambiano, trovato in possesso di 300 euro in contanti, e un 27enne nigeriano con precedenti e ormai clandestino dopo il rigetto della sua richiesta di asilo politico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

  • Chiama i vigili per spostare un auto in sosta davanti al cancello, ma il cartello era clonato

  • Coronavirus, risalgono i numeri in regione. A Modena quasi 500 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento