Si trovano in casa in sei per giocare a carte, denunciati per l'assembramento

Ieri i Carabinieri di carpi hanno denunciato in totale nove persone per aver violato il decreto che impone di spostarsi solo per ragioni di necessità. In tre cercavano di entrare in un supermercato

Ieri sera la Compagnia dei carabinieri di Carpi - decisamente la più attiva nell'ambito dei controlli sulle ordinanze anticontagio - ha denunciato alla Procura modenese nove persone. Sei di queste, tutte residenti in città e di origine pakistana, sono state sorprese all’interno dell’appartamento di una donna intente a giocare a carte: un assembramento di cui non vi era alcuna necessità, quindi espressamente poibito dal decreto dell'8 marzo.

Le altre tre, invece – anch’esse residenti in città – sono state soprese mentre tentavano di accedere all’interno di un supermercato. Bloccate dai militari, dovranno rispondere non solo di tentato furto, ma anche dell’inosservanza del divieto di mobilità.

Nel frattempo l'Arma informa che proseguono incessanti i controlli nei parchi pubblici, giardini e luoghi di ritrovo, per scongiurare in particolare i ritrovi di gruppi di ragazzi che anche ieri si sono verificati un po' su tutto il territorio nonostante le ripetute raccomandazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

  • Chiama i vigili per spostare un auto in sosta davanti al cancello, ma il cartello era clonato

  • Coronavirus, risalgono i numeri in regione. A Modena quasi 500 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento