Traffico di anabolizzanti, arresti e denunce tra personal trainer e atleti professionisti

Bologna base logistica e fulcro del mercato di farmaci pericolosi per la salute prodotti in Ucraina e Moldavia. Così ha rivelato l'operazione 'Hard Trainer', che ha portato a 2 arresti. Denunciato anche un maratoneta modenese

Una maxi operazione dei Carabinieri ha portato all'arresto di B.S., 46enne bolognese, gestore di un negozio di integratori a Borgo Panigale, e di Z.A., ucraino 39enne, residente a Bologna, per traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope, oltre a numerose denunce. 

L'indagine, denominata "Hard Trainer", è partita un anno fa da Bologna, base logistica e fulcro del mercato di farmaci pericolosi per la salute prodotti in Ucraina e Moldavia. I due arrestati, attraverso contatti nei due paesi, riuscivano a piazzare i farmaci ad azione dopante in palestre, centri estetici o anche a venderle "porta a porta" non solo in città e in Emilia-Romagna, ma anche in Toscana, Lazio, Lombardia e persino in Sardegna. I farmaci venivano introdotti in Italia attraverso i pulman che fanno la spola con i due paesi, dove la produzione è a basso costo. 

Un'operazione che ha interessato l'intero territorio nazionale, gli assuntori sono perlopiù giovani che frequentano le palestre e che si rivolgono a persone che: "Non hanno nessun titolo, non sono dei medici, ma forniscono piani di allenamento o prescrivono medicinali dannosi per la salute", ha detto ai cronisti il capitano dei NAS Bologna Umberto Geri. 

Pequisizioni personali, domiciliari e bancarie, 10 denunce e il sequestro di 9mila pasticche e 700 fiale per un'operazione che ha impegnato oltre 100 militari.Nell'indagine sono finiti, oltre a body builder e peronal trainer, anche due atleti professionisti, un bolognese e un modenese, un maratoneta di 45 anni, che partecipano a competizioni anche internazionali, denunciati a piede libero. Implicato anche un falso medico, ancora ricercato, che effettuava vere e propre visite e prescrizioni a giovani che, con una tempistica cadenzata, avevano necessità di assumere questo tipo di farmaci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Hard Trainer è andata ad "aggredire una filiera fraudolenta e che in Italia si andava a ramificare rendendo quindi difficile il loro rintraccio" ha confermato Erasmo Fontana, Comandante dei Nas. Nel modenese perquisite anche le abitazioni di alcuni body-builder.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Temporali. Ancora grandine e vento forte, crollati diversi alberi

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

  • Contagio Trovati 15 nuovi casi nel modenese: erano già quasi tutti in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento