Sviano le indagini su un furto commesso grazie alla loro auto, denunciati madre e figli

Tre cittadini mirandolesi nei guai per un furto avvenuto a Correggio. Sono accusati di favoreggiamento

Sono accusati di aver ostacolato l’identificazione dei responsabili del furto di un autocarro, compiuto in un’azienda correggese da parte di ignoti ladri che si erano allontanati con l’auto di una donna modenese, in uso anche ai suoi due figli e che ora alla pari della madre sono stati denunciati per favoreggiamento personale. 

Nei guai sono finiti una 75enne pregiudicata e i suoi figli di 49 e 42 anni, tutti residenti a Mirandola, denunciati dai carabinieri della stazione di Correggio a conclusione di specifiche indagini relative al furto di un autocarro – la notte del 13 ottobre scorso – all’interno di un’azienda di via Dinazzano a Correggio.

A carico della donna, risultata intestataria di un Nissan Terrano, utilizzato dai malviventi per assicurarsi la fuga subito dopo il furto, sono emersi concordanti elementi di colpevolezza tali da portare alla sua denuncia in stato di libertà, inoltrata alla Procura reggiana in ordine al reato di favoreggiamento. Nei guai per lo steso reato anche i figli della donna che utilizzatori della vettura hanno tenuto la stessa condotta non “collaborativa” della madre.

Ad accorgersi del furto la mattina del 13 ottobre 2019 lo stesso derubato, un 55enne di Correggio. Le indagini dei carabinieri di Correggio, a cui il derubato ha formalizzato la denuncia, grazie a concordanti testimonianze incrociate con i filmati acquisiti dalla video sorveglianza, hanno permesso di risalire all’autovettura utilizzata dai malviventi per allontanarsi dopo il compimento del furto. I tre mirandolesi, poi risultati estranei al furto, in relazione ai fatti hanno cercato di eludere le indagini dei carabinieri finalizzate a conoscere chi stesse utilizzando l’auto la notte del furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Scontro in via Salvo D'Acquisto, l'ambulanza si ribalta

  • Coronavirus. Unimore sospende lezioni ed esami per tutta la settimana

Torna su
ModenaToday è in caricamento