Furgoni date alle fiamme davanti all'azienza, incastrato l'ex socio

Chiedeva una liquidazione più elevata dopo l'usicata dalla compagine societaria e per vendetta ha dato fuoco a tre mezzi. Denunciato dalla Polizia di Stato di Modena un 49enne italiano

Il 16 settembre scorso, a seguito di un'attività di indagine condotta dalla Polizia di Stato di Modena, coordinata dalla locale Procura della Repubblica nella persona del dott. Luca Guerzoni, è stato denunciato in stato di libertà un cittadino italiano di 49 anni, ritenuto responsabile dell'incendio avvenuto lo scorso ferragosto in Strada Albareto, che aveva distrutto tre furgoni frigo appartenenti alla Gastronomia La Ducale. Si tratta di un  ex socio della ditta, uscito dalla compagine societaria nel 2016.

I Vigili del Fuoco, intervenuti a domare le fiamme, hanno accertato da subito trattarsi di un incendio di origine dolosa. Immediatamente, sono scattate le indagini della Squadra Mobile, che nelle fasi iniziali si è avvalsa dei rilievi tecnici della Polizia Scientifica. L’attività di indagine, attuata attraverso l'analisi dei fotogrammi del sistema di videosorveglianza della zona, delle testimonianze acquisite e dei suddetti rilievi tecnici, ha permesso di restringere il cerchio d'azione.

Dalla visione delle immagini delle registrazioni video, gli investigatori sono riusciti, infatti, a riconoscere la sagoma di un uomo che - poco prima del divampare delle fiamme - era giunto con un'autovettura in prossimità dei furgoni per poi aggirarsi a piedi tra i veicoli. Una volta scoppiato l'incendio, I'auto era ripartita.

L'attenzione degli investigatori si è concentrata su un ex socio dell'azienda, che poteva avere alcuni rancori, per motivi di carattere economico, legati al nuovo assetto societario.

La Squadra Mobile è riuscita a raccogliere elementi sufficienti perché il Pubblico Ministero potesse delegare una perquisizione domiciliare finalizzata a recuperare o rintracciare fonti di prova pertinenti al reato. Tale attività ha avuto esito positivo in quanto il 49enne, oltre ad ammettere il fatto commesso, ha anche fornito indicazioni per recuperare gli strumenti con i quali aveva appiccato I’incendio.

Nella tarda serata del 15 agosto, I'uomo aveva di fatto riempito, presso un distributore di carburanti, tre bottiglie con della benzina e si era diretto presso la ex azienda in Strada Albareto; dopo aver intriso di liquido infiammabile una torcia, I'aveva lanciata in direzione dei tre furgoni che in un attimo avevano preso fuoco. Era quindi risalito in auto dandosi alla fuga e gettando tra le siepi il materiale incendiario utilizzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento