Ladro sorpreso con arnesi da scasso all'intero del deposito autobus di Seta

Un uomo è stato individuato dalla guardia della vigilanza privata e poi preso in consegna dalla Polizia. Fermato un pregiudicato anche in viale Italia

"Ho dimenticato uno zaino sull'autobus e volevo recuperarlo". E' la scusa decisamente poco convincente elaborata da un uomo che nella serata di sabato scorso, poco dopo le ore 21, è stato sorpreso da una guardia giurata all'interno del deposito mezzi di Seta, in strada Sant'Anna. Un dipendente dell'azienda del trasporto pubblico lo aveva notato aggirarsi in un'area riservata al personale e aveva chiesto l'intervento della vigilanza, intuendo potesse trattarsi di un malintenzionato.

Di fronte al vigilante l'uomo ha cercato di darsi alla fuga, superando una recinzione e abbandonando un sacchetto a terra, ma il tentativo è stato vanificato e la guardia giurata lo ha poi consegnato agli agenti di Polizia, allertati dalla centrale operativa. Nel sacchetto, recuperato dai poliziotti, sono stati trovati due cacciaviti e uno scalpello: la lista di precedenti per furto a carico dell'uomo non ha lasciato molto spazio a fantasiose interpretazioni della sua presenza in zona.

L'uomo, un italiano di mezz'età, è stato denunciato per porto di arnesi da scasso.

Stessa sorte è toccata qualche ora più tardi, poco dopo la mezzanotte, ad un altro pregiudicato, un 55enne. L'uomo è stato visto da una Volante di pattuglia mentre si aggirava tra le auto in sosta nella zona tra viale Italia e via Scaglia Est: nonostante fosse a piedi indossava un casco da moto e addirittura una mascherina per uso sanitario al di sotto del casco.Nel giubbotto aveva diversi arnesi da scasso e un coltello da macellaio con lama di 30cm.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento