Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Mirandola / Via Galileo Galilei

Furto e minacce ai negozianti, sei minorenni denunciati

Furto aggravato, rapina impropria e favoreggiamento. Capi d'imputazione davvero gravi per sei minorenni di Mirandola, identificati dai Carabinieri come gli autori della scorribanda al negozio cinese Angel Mercatone dello scorso settembre

Dopo un paio di settimane di indagine i Carabinieri di Mirandola hanno chiuso il cerchio attorno ai giovanissimi protagonisti di una brutta vicenda andata in scena lo scorso 29 settembre al negozio Angel Mercatone di via Galilei. In quella circostanza un gruppetto di ragazzi si rese protagonista di diversi reati all'interno dell'attività commerciale, a seguito di un furto di accendini.

I gestori del negozio, due cittadini cinesi, avevano scoperto i ladruncoli, che però si erano ribellati, diventando aggressivi e minacciando i negozianti prima di dileguarsi. Qualche ora dopo uno dei ragazzi si è ripresentato, con l'intenzione di vendicarsi delle male parole ricevute al mattino. Aveva estratto un coltello e ha minacciato il negoziante, per poi scappare senza che nessuno si facesse male.

Il 15enne mirandolese era stato poi rintracciato e denunciato dagli agenti del Commissariato di Polizia, ma l'indagine era proseguita negli uffici dei Carabinieri per quanto riguardava la condotta del gruppo messa in atto al mattino.

Nei giorni scorsi il fascicolo è stato chiuso e inoltrato alla Procura dei Minori. Le accuse sono gravi: sei ragazzi, tra i 15 e i 16 anni, dovranno infatti rispondere di furto aggravato, rapina impropria e favoreggiamento, in quanto si erano anche "coperti" a vicenda nella speranza di farla franca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto e minacce ai negozianti, sei minorenni denunciati
ModenaToday è in caricamento