Emporio cinese aperto nonostante il decreto, denunciato il titolare

Succede a Medolla, dove un 50enne orientale è stato denunciato dall'Arma dei Carabinieri che ha notato il negozio in attività

Proseguono i controlli dei carabinieri su tutto il territorio provinciale per verificare il rispetto delle norme anticontagio contanute nei recenti decreti. Ieri sera alle 19.20 è toccato ai militari della stazione di Medolla, nel corso di un servizio perlustrativo, identificare e denunciare alla Procura della Repubblica un cittadino cinese cinquantenne, titolare di un negozio di abbigliamento e accessori del paese.

Il negoziante aveva infatti mantenuto aperto il negozio ignorando del tutto il provvedimento urgente di contenimento dell’emergenza epidemiologica. I "mercatoni" non rientrano infatti fra le categorie che possono restare aperte per fornire beni di prima necessità.

Qualche ora dopo, sempre a Medolla, è stata denunciata anche una 53enne moldava residente in zona, la quale era in giro con la propria autovettura senza alcuna particolare necessità.

Nel pomeriggio, invece, i Carabinieri di zocca avevano denunciato per assembramento quattro giovani di età compresa tra i 18 ed i 20 anni, che si erano riuniti al parco pef chiacchierare e fumare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento