rotate-mobile
Cronaca

Adesca minori su Facebook con un profilo falso, la Polizia incastra un pedofilo

Si fingeva una ragazzina adolescente per farsi inviare foto dai minori contattati online. E' stata la Polizia di Pesaro, dopo la denuncia di una vittima 12enne, a risalire ad un 48enne di Modena, di professione camionista

Un inquietante caso legato alla pedopornografia in Rete è stato scoperto in questi giorni dalla Polizia di Pesaro, insieme con i colleghi della Postale. A finire nei guai è stato un modenese di 48 anni, impiegato come autotrasportatore, cui gli inquirenti sono risaliti grazie alla denuncia di una famiglia marchigiana, la cui figlia 12enne era finita inconsapevolemente nelle grinfie del pedofilo. Lo riferisce oggi Il Resto del Carlino.

Il metodo utilizzato era tra i più diffusi. L'uomo aveva creato un finto profilo su Facebook, grazie al quale si spacciava per una ragazzina di 14 anni e cercava di contattare altri adolescenti. Purtroppo la 12enne pesarese era caduta nel tranello e si era fatta convincere ad inviare foto di nudo alla presunta amica virtuale.

Poi le richieste avevano assunto un tono ben diverso. L'uomo aveva chiesto la disponibilità della ragazzina ad incontrare un "fotografo" adulto per una sessione di foto e di fronte alla titubanza della vittima era passato alle minacce. Il 48enne aveva ricattato la ragazzina annunciando che avrebbe pubblicato su Internet le foto finora inviate, se questa non si fosse prestata all'incontro vis-a-vis.

Per fortuna la 12enne ha trovato il coraggio di raccontare tutto quanto alla famiglia, che si è immediatamente attivata presso le forze dell'ordine. La Polizia Postale ha avuto gioco facile a risalire all'indirizzo del falso account social e la Procura di Pesaro ha autorizzato la perquisizione domiciliare.

Durante il blitz – come riporta sempre Il Resto del Carlino di oggi – gli agenti hanno sequestrato numeroso materiale pedopornografico: foto e video che il modenese aveva conservato, tra cui quelle della giovane vittima marchigiana. Il 48enne è stato denunciato sia per il reato di estorsione, sia per il possesso delle immagini proibite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adesca minori su Facebook con un profilo falso, la Polizia incastra un pedofilo

ModenaToday è in caricamento