Furti con abbraccio, denunciati tre stranieri riconosciuti da una vittima

L'auto con a bordo tre giovani rumeni è stata intercettata dalla Polizia. Una delle donne è stata identificata da un uomo cui aveva tentato di rubare l'orologio

Ieri in via Giardini è stata intercettata da una pattuglia della Questura un'auto la cui targa era stata segnalata poco tempo prima dalla vittima di un tentato furto. Un uomo di 51 anni, infatti, era stato avvicinato da una giovane straniera, che aveva cercato un approccio ammiccante: nonostante il rifiuto, la giovane aveva cercato lo stesso di venire a contatto con la vittima, nel chiaro tentativo di rubargli il Rolex che portava al polso. L'uomo se ne era però reso conto in tempo e aveva cacciato via la straniera, riuscendo anche a fotografarla e a prendere appunto il numero di targa dell'auto con la quale si era allontanata.

Gli agenti della Squadra Mobile hanno fermato il veicolo e accompagnato in Questura l'uomo al volante, un 23enne e le due donne, una 33nne e una 33enne, tutti di origine rumena. Dagli avvertamenti svolti, una delle due giovani è stata effettivamente riconosciuta come l'autrice del tentato furto e quindi denunciata a piede libero. Per gli altri non sono emersi al momento elementi significativi, per cui sono semplicemente stati allontanati dal territorio con un foglio di via.

In contemporanea, una seconda vittima dello stesso tipo di reato - questa volta riuscito - è stata sentita dagli inquirenti, ma l'anziano non è riuscito a riconoscere la criminale che lo ha derubato dell'orologio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento